Silhouettes geometriche costruiscono uno spazio non convenzionale che acquista un senso di realtà attraverso lo sguardo di chi lo osserva.

È la visione di un paesaggio urbano, di un luogo comune ma non familiare? O pura creatività? Manuela Telesca seduce giocando sul contrasto tra percepito ed immaginario, e viceversa, accogliendo l’indomabilità della luce che scandisce il ritmo portando scompiglio, guadagnando a sorpresa gli angoli nascosti, spostando l’attenzione ora sui vuoti (brecce da cui scrutare le emozioni) ora sulla materia, secondo un ordine casuale con il potere di introdurre un eccezionale effetto tridimensionale anche dove non c’è.

La possibilità di creare infinite forme geometriche, anche utilizzando oro e pietre preziose o semipreziose, è l’essenza stilistica del mio design, teso a catturare la luceper restituirla in tutte le sue seducenti varianti, quelle che disegnano il mio mondo.

Lunghi tempi di esecuzione hanno portato alla realizzazione di quella che la designer/scultrice ha battezzato “The Other”, collier snodato e bracciale manchette, in bronzo e argento dalla texture graffiata, vissuta, la cui enigmatica prospettiva è accesa da topazi sparsi come stelle cadute, e da citrini e quarzi ialini, due presenze straordinariamente forti per volume e colori, pur se sussurrati.

www.manuelatelesca.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *