di


Giulia Boccafogli: dall’idea, alla materia, al gioiello

Laureata in architettura la designer nel 2011di ritorno dagli Stati Uniti, segue diversi workshop sulla lavorazione dei metalli e di materiali alternativi dedicandosi interamente al mondo del gioiello

Nata a Bologna nel 1980, laureata in architettura a Firenze e dopo anni di pratica nello studio di famiglia, Giulia Boccafogli fa della passione per il gioiello e gli accessori il suo lavoro. Il 2011, ci racconta, è l’anno della svolta perché, di ritorno dagli Stati Uniti, San Francisco, dove segue diversi workshop sulla lavorazione dei metalli e di materiali alternativi, si dedica interamente al mondo del gioiello mettendo da parte la professione d’architetto.

Le sue collezioni, distribuite in Italia in circa 40 negozi e nel mondo in 25 punti vendita per 18 paesi, partecipano nel 2013 alla prima fiera professionale di settore e da allora sono esposte ad Homi, White, Bijorcha Parigi, Premium Berlino, Autor Bucarest.

Ricerca, dedizione e passione le parole chiave con cui si presenta Giulia e che meglio rappresentano l’atteggiamento verso le sue creazioni. Pezzi sempre unici, contemporanei, creati a mano con pregiati pellami di recupero provenienti da un immaginario sommerso. Sembrano fatti di inchiostro, luci e toni offuscati, vellutati e fluidi che rimandano ai giardini segreti, alle albe e ai tramonti. Uno stile romantico caratterizzato da onde, drappeggi e linee morbide con richiami allo stile tribale. Un ornamento il cui concetto di accessorio sembra svanire.

Contraddistingue le sue collezioni la grande ricerca di ispirazione e la conseguente sperimentazione tecnica. Tutte le lavorazioni sono assolutamente personali e sviluppate in modo non accademico, ma con un alto grado di artigianalità e cura del dettagliocon la volontà di andare verso una totale purezza materica, dando pregio e preziosità alla pelle, solo di recupero e di prima scelta seguendo il concetto dell’upcycling. Questi gioielli hanno tutto, struttura, anima e decoro e ogni collezione racconta una storia personale ed evocativa, unita ad una più neutra, puramente stilistica.

 

I pezzi, sempre pezzi unici in edizione limitata, sono interamente lavorati a mano, all’interno dell’atelier di Giulia, dove può personalizzare gli ordini e seguire individualmente ogni suo cliente e gioiello, sottolineando la singolarità della provenienza dei pellami e della natura stessa della lavorazione. Più che di collezioni passate, se si guarda alla storia del brand, si parla di repertorio.

www.giuliaboccafogli.it

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Lebole secondo banner orizzontale