di


Bijoux Espresso, creatività intuitiva, nasce uno stile

L'obiettivo è proporre un concetto non omologato e personalizzabile di accessori

Hanno spirito mediterraneo, perchè ariosi, freschi, punteggiati da contrasti spettacolari soprattutto quando vengono esibiti in gagliarde alternanze black and white, dove si lascia un attimo da parte la produzione con colore.
Li pensa e li fa Laura de Santis per il suo Bijoux Espresso, brand fondato con l’obiettivo di prospettare un concetto non omologato di accessori, secondo cui qualsiasi donna può essere certa di indossare un pezzo fuori schema, anche perchè la designer ha predisposto la possibilità di poter comporre in tempo reale il proprio bijou, secondo esigenze, gusto e capriccio del momento, guidando clienti e negozianti nella personalizzazione dei manufatti.


Nelle architetture degli impianti non vi è mai esitazione: si procede senza limitazioni se c’è da spingere sui volumi, visto che ampiezze ben calibrate ne possono moltiplicare la luminosità; non mancano competenze per lavorazioni complesse, del tipo plexiglass con taglio laser e vortici di catene in acciaio plasmate con resina epossidica bicomponente; quando si decide di procedere a colori lo si fa di getto e intuitivamente, selezionando i toni più adatti a saturare emozioni.


In quali contesti indossarli? Va da sé che il classico concetto d’eleganza qui c’entra niente, e non fa differenza una sera in discoteca o una prima teatrale. Si indossano per gusto, e questo può fare stile. All’Homi Fashion & Jewels, dal 15 al 18 febbraio al pad. 8, stand C 17 B.

www.bijouxespresso.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *