di


White Milano, spazio alla contemporary jewelry

Ai nastri di partenza la rassegna dedicata alla moda donna in scena dal 28 febbraio con quasi 500 espositori: 18 i brand nell’area Bijoux

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 95
Piccione.Piccione guest star di White

Abiti, ma anche gioielliaccessori protagonisti a White Milano, pronta ad aprire i battenti sabato 28 febbraio. Una rassegna internazionale patrocinata dal Comune di Milano che quest’anno sfiora quota 500 espositori e dà appuntamento ai buyer nel Tortona Fashion District durante la settimana milanese del prêt à porter. La moda donna Autunno-inverno 2015/16 sarà dunque esposta nelle aree di Tortona 27, Tortona 54 e Tortona 35.

Guest designer dell’edizione di White Febbraio è Piccione.Piccione, la giovane maison che fa capo a Salvatore Piccione, vincitore del concorso Who is on next? 2014 di Altaroma, che debutta in Tortona 27 nell’area dedicata al nuovo prêt à porter italiano. La sua collezione a-i 2015/16 esprime il proprio valore stilistico in quattro items: il rosso e il nero della coccinella, la silhouette irregolare del papavero, il camouflage vegetale e l’esotismo del paisley.

In Tortona 35 ritorna, per la seconda stagione consecutiva e con 18 brand, White Bijoux inaugurata lo scorso settembre, sempre più proiettata verso il mondo contemporary della gioielleria, come Alba Casares, Alienina, Cecilia Rosati, Comediluce, Ellen Conde, Giulia Barela Jewelry, Giulia Boccafogli, Isabelle Leloup Jewelry, Lamprini Chantziara, Maya Magal London, Nach Bijoux, Pepper Chocolate, Roeandroe, Settanta 70 Bijoux, Stefano Salvetti, Toi et Moi, Uli Rapp e Vittorio Ceccoli. I brand sono selezionati da White in collaborazione con Birik Boutique, la piattaforma on line di gioielli e accessori dei migliori designer italiani e stranieri.

Il brand Doudou
Il brand Douuod

Vigore creativo e effervescente contagio di idee e tendenze. L’ultima nata tra le location di White, Tortona 35, ospita DouuoD, tra le collezioni più attese in Tortona 35, con il suo total look contemporary arricchito da ecofurs dai colori accesi. Nella stessa area è allestita White Glasses, la sezione dedicata agli occhiali di ricerca che presenta una selezione di nove marchi top del settore, come Am Eyewear, David Marc, //Delirious, Maki Sunglasses, Saturnino Eyewear, See Concept, Slave To Ancestors e Spektre.

Lo spazio di Tortona 54 ospita la sezione White Beauty e Inside White, la sezione open space più giovane ed effervescente del salone, animata da 21 nuove realtà imprenditoriali di ricerca: nel pomeriggio di domenica 1° marzo i giovani Inside diventeranno protagonisti della finale di Inside White Award, il premio che White assegna alla migliore collezione presentata nell’area. Alogon, Dego Rupin , G&A Korea, Noir Larmes, The Author e Wnderkammer sono, invece, i sei marchi coreani di maggior tendenza che espongono a White abbigliamento, borse e gioielli tra i più interessanti per il panorama retail, perché rappresentano le punte più estreme della moda di ricerca, sotto l’egida di IFP Show Room. C’è anche comunicazione con l’area WOW, acronimo di White On Web, con lo Special project “Italian Contemporary Designers”, la vetrina della moda contemporanea che meglio rappresenta i trend nelle boutique più blasonate del mondo che ospiterà 5 designer italiani.

“La collaborazione nata in questi anni e l’attenzione con cui l’Amministrazione segue l’evoluzione e lo sviluppo di White testimonia la nostra vicinanza ai protagonisti di questa manifestazione, piccole e medie imprese, che rappresentano un tratto distintivo del Made in Italy nel mondo – spiega l’assessore alla Moda e Design del Comune Cristina Tajani -: I quasi 500 brand presenti a White ci indicano che Milano è il miglior luogo dove presentare a buyer e stampa internazionale il proprio modo di intendere il gusto e lo stile”.

“La moda è una realtà importantissima per l’economia italiana ed è anche uno dei settori che riesce ad attirare il maggior numero di visitatori esteri nel nostro Paese – dichiara Brenda Bellei, amministratore delegato di M.seventy, il gruppo che organizza White – Noi stiamo lavorando proprio in questa direzione: portare a Milano molti più compratori, soprattutto americani; forti di un cambio dollaro-euro oggi favorevole stiamo, infatti, investendo ancora di più nella promozione all’estero”.

“Il Tortona Fashion District, che ci vede protagonisti durante la settimana della moda milanese – aggiunge Massimiliano Bizzi, fondatore di White – rappresenta una delle massime attrattive per i visitatori italiani e stranieri. Il nostro obiettivo, comune alle istituzioni e agli addetti ai lavori, è quello di garantire a Milano un ruolo prioritario nel fashion business internazionale. Nella consapevolezza che oggi il contemporary, un settore merceologico composto da quelle aziende medio-piccole che rappresentano la qualità e la creatività del più autentico made in Italy, ha dalla sua un potenziale di sviluppo decisamente maggiore rispetto agli anni scorsi. Perché la tendenza è il contemporary e White ne è vetrina mondiale e cuore pulsante”.

Rika a White Milano
Rika a White Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *