di


WHITE MILANO – la moda contemporary ritorna a Febbraio

Trampolino di lancio per nuovi talenti, spazio di sviluppo per piccole e medie imprese, vetrina per marchi affermati – Special Guest dalla Georgia il designer Situationist in partnership con Camera della Moda.

Tortona Fashion District, il distretto milanese della moda di oggi e di domani, torna ad animarsi nelle giornate del 25, 26 e 27 Febbraio con il salone della “moda contemporary”, che ospita 511 marchi di cui 145 esteri e 189 new entry. Le 350 nuove richieste di partecipazione, che è stato possibile accogliere solo in parte, e i 22.000 visitatori e operatori della precedente edizione testimoniano un potenziale di crescita ancora tutto da sviluppare e consolidano WHITE MILANO piattaforma leader dove posizionarsi durante la Milan Fashion Week per proporre sia label di ricerca sia aziende già consolidate e orientate all’innovazione.

Da sx: Brenda Bellei Bizzi, AD WHITE, Giuseppe Mazzarella, Delegato Internazionalizzazione Confartigianato, Cristina Tajani, Assessore alla Moda Comune di Milano, Massimiliano Bizzi, Presidente di WHITE - Irakli Rusadze, Designer Situationist, Francesca Cella, Direttore Generale WHITE
Da sx: Brenda Bellei Bizzi, AD WHITE; Giuseppe Mazzarella, Delegato Internazionalizzazione Confartigianato; Cristina Tajani, Assessore alla Moda Comune di Milano; Massimiliano Bizzi, Presidente di WHITE; Irakli Rusadze, Designer Situationist; Francesca Cella, Direttore Generale WHITE

Camera della Moda e Comune di Milano riconfermano l’importante ruolo sia nel sistema moda sia per l’indotto della città di un Salone sempre più impegnato nella valorizzazione dell’intero comparto e dei giovani artigiani che stanno rinnovando il fashion system made in Italy. “La cooperazione tra tutti gli attori del sistema alimenta il clima di energia che anima Milano e la Fashion Week. Con questo spirito abbiamo selezionato un interessante brand tra quelli presenti a WHITE ospitandone la sfilata nel calendario di Milano Moda Donna”, sottolinea Carlo Capasa, Presidente di Camera Nazionale Moda Italiana.

Presente in mostra la ventisettenne designer francese Laura Bihl con il suo brand Sainte Courtisane, selezionata quest’anno nell’ambito del contest, giunto alla quinta edizione, ideato e voluto da Alberto Ramponi, titolare dell’omonima azienda italiana leader nella produzione di cristalli sintetici e borchie in ABS per abbigliamento e accessori.

Nell’edizione di Febbraio 2017 si rinnova l’impegno di sviluppo della cultura dell’artigianato avviato in collaborazione con Confartiginato Imprese nell’ambito del progetto MIAC (Moda Italiana Artigiani Conteporary) teso a individuare le migliori collezioni di moda hand made da lanciare sui mercati internazionali.

“Il grande lavoro svolto sulle nuove tendenze che WHITE fa sin dagli esordi – spiega Massimiliano Bizzi, Founder del Salone – ci ha spinto ad esplorare a più riprese il Far East e i Paesi del Nord Europa. Ora ci si focalizza sull’Europa dell’Est”. Si consolida dunque il lavoro progettuale rivolto all’estero intrapreso già da tempo con ICE – Agenzia Italia, che si esprime anche nel successo dei road show portati in tutto il mondo e che ad aprile 2017 prevede due importanti eventi negli USA: a Los Angeles, presso il top shop H. Lorenzo, e a New York nel concept store Hotoveli.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *