di


White Man&Woman aprirà al consumatore finale

La formula uomo-donna in calendario dal 13 al 15 gennaio a Milano lancia un’anteprima di White Street Market, prima sezione Business&Consumer del Salone

Presentazione_White 2018-min
L’incontro di presentazione della prossima edizione di White

Il giusto equilibrio tra aziende consolidate e designer emergenti: è questa la ricetta di White, che ieri ha presentato i dettagli della prossima edizione di gennaio (13-15) nel Tortona Fashion District di Milano. Preview donna e menswear per un totale di 217 marchi di cui 157 precollezioni donna suddivise fra le sezioni Only Woman e Man&Woman: il 40% è made in Italy e il 60% proviene dall’estero. Acquista sempre più rilievo la seconda edizione del progetto Athleisure, con Tomorrow Showroom.

Il salone, patrocinato dal Comune di Milano e in partnership con Confartigianato Imprese, sarà on stage accompagnato da una serie di importanti sviluppi nella strategia organizzativa. WHITE è stato tra i primi eventi moda a credere nella formula di presentare insieme le collezioni uomo e donna, proprio come sta accadendo di recente sulle passerelle internazionali.

Special Guest della manifestazione è DILIBORIO, mentre il designer cinese Miao Ran sarà protagonista di uno Special Event, con un’area dedicata al suo marchio Miaoran. Siciliano di nascita, toscano d’adozione, Liborio Capizzi è stato il più stretto collaboratore di Gianfranco Ferré. “Sono davvero grato della partecipazione a questa edizione di WHITE MAN & WOMAN – spiega  Liborio Capizzi -, grazie al cui supporto potrò condividere la mia personale dimensione e il mio personale mondo Uomo e Donna DILIBORIO, con l’universo distintivo di ricerca e l’internazionale visibilità del salone”.

White 2018_COVER-GENNAIO-min

Tutt’altra sensibilità estetica per Miao Ran, talentuoso stilista cinese che si esprime al salone con uno Special Event. Già noto per il suo approccio genderless, Miao Ran ha fondato il brand eponimo nel 2014, dopo esperienze di studio al Politecnico di Milano e alla NABA, una formazione nel reparto stile di Missoni e dopo aver raccolto consensi nel mondo dell’arte e del teatro. “Sono molto contento di essere presente a questa edizione di WHITE – ha detto -. Apprezzo molto il lavoro di ricerca che il salone ha fatto negli ultimi anni e in questo momento rappresenta il partner ideale per promuovere la mia collezione”.

Teaser event per White il 14 gennaio: è una delle importanti novità del Salone che riguarda il mondo sportswear&streetwear, un segmento che ha da sempre caratterizzato il Dna di WHITE; oggi, il nuovo sviluppo nel segmento è l’importante collaborazione con Tomorrow Showroom. Il teaser di gennaio preannuncia la nascita – all’interno della cornice industriale dell’Ex Ansaldo – Tortona 54 – di White Street Market, la prima sezione B&Cbusiness and consumer, che vedrà, con l’edizione di giugno 2018, insieme per la prima volta i buyer provenienti da tutto il mondo per la Milano Fashion Week e il pubblico finale.

Lo speciale format è stato sviluppato da WHITE insieme a due tra i più qualificati interlocutori del settore streetwear: Paolo Ruffato, fondatore di Probeat Agency (promotore e project leader del progetto) – e Walter D’Aprile, fondatore di nss magazine e nss factory, digital media agency specializzata nel mondo top street sport & fashion. D’Aprile seguirà l’art direction dell’evento, oltre ad essere membro del comitato di selezione dei brand.

“WHITE è da sempre sinonimo di sperimentazione – commenta Cristina Tajani, Assessore alle Politiche del Lavoro, Commercio, Moda e Designcon format di eventi a metà strada tra la cultura e il commercio, capaci di coinvolgere la città di Milano, come è avvenuto nelle Urban Catwalk e con questo nuovo progetto WHITE STREET MARKET”. “WHITE ha nel suo Dna l’innovazione fin dagli esordi – ha detto Massimiliano Bizzi, founder di WHITE -. È un progetto nato grazie ad un’idea rivoluzionaria nel settore fieristico. Sono sempre consapevole che rimane innovativa la sua formula di presentazione delle collezioni uomo e donna insieme, durante le edizioni di gennaio e giugno. Oggi, nello stesso modo, sento l’esigenza di sperimentare un nuovo format dedicato allo sportswear&streetwear, con l’apertura al pubblico che potrà avere un potenziale enorme sul mondo e-commerce”.

Sempre nell’ambito dell’interazione tra la manifestazione e le showroom, torna sotto i riflettori il progetto Showroom [email protected], lanciato a giugno 2017 con l’obiettivo di creare una rete di collaborazione tra il salone, le showroom e i brand stessi, tramite una strategia commerciale e di comunicazione dedicata per accrescere il flusso dei buyer alle showroom milanesi.

Si rinnova anche il consueto appuntamento con il Premio Ramponi, giunto ormai all’ottava edizione. Il contest – ideato e voluto da Alfredo Ramponi, titolare dell’omonima azienda made in Italy e leader nella produzione di strass e borchie in ABS per abbigliamento e accessori – premia la creatività di Azzurra Gronchi, giovane designer toscana di borse e scarpe che, nelle sue collezioni, esprime la profonda conoscenza della materia prima unita a un’inconsueta estrosità ideativa.

White 2018_bijou-area-min

Tra le novità di gennaio si segnalano il debutto di due nuove aree tematiche: WHITE BIJOUX e la sezione KNITWEAR, dedicate all’hand made di ricerca. WHITE BIJOUX, vetrina sugli accessori moda, fino a ieri appannaggio di WHITE MILANO, trova ora un nuovo spazio in cui esprimersi. Ad animare questa sezione, nata grazie alla collaborazione tra WHITE e Birik Butik, saranno presenze consolidate nel panorama dei gioielli d’autore come Bjorg, Quite Quiet, 0.88 e Sophie D’Agon. Non mancano i focus sul mondo del beauty e del lifestyle.

Altra novità del salone è WHITE GLASSES: gli occhiali più all’avanguardia dell’eyewear internazionale sono presenti alla manifestazione testimoniando la volontà degli organizzatori di andare incontro alle esigenze dei top buyer, offrendo loro lo spettro più ampio di proposte, pensato per le selezioni del prossimo autunno-inverno 2018/19. “WHITE è costantemente in evoluzione e ama la sperimentazione – ha commentato  Brenda Bellei, Ceo di M.Seventy, organizzatore del Salone -. Ogni novità, ogni espressione di WHITE sono frutto di un’attenta analisi della situazione geo- politica e merceologica, a cominciare dalla città di Milano e proseguendo, poi, con i palcoscenici di Shanghai, Tokyo, Londra (solo per citare quelli del 2017) dove portiamo road show ed eventi ideati per fare conoscere worldwide la nostra WHITE Experience. Tutto questo è possibile grazie anche alla consolidata partnership con Confartigianato Imprese e in collaborazione con ICE-Agenzia”.

www.whiteshow.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *