di


White, il manifesto sostenibile di FOK-us in un’installazione artistica

Si conclude oggi l’iniziativa lanciata dal Salone milanese realizzata in partnership con Confartigianato nalla Lounge di Tortona 27

White_FOKUS1-min

Si chiama GIVE A FOK-us l’hub dedicato all’innovazione sostenibile lanciato da White Milano con la direzione artistica di Matteo Ward, cofounder e CEO di WRÅD e la creatività del  collettivo di artisti DrawLight. Una installazione artistica – visitabile fino a oggi, ultimo giorno di apertura del Salone – nella Lounge di Tortona 27. L’obiettivo è centrare l’attenzione sulle realtà più rilevanti e virtuose del tessile italiano, offrendo gli strumenti per scoprire e attuare un manifesto condiviso per lo sviluppo sostenibile.

GIVE A FOK-us, realizzato in partnership con Confartigianato Imprese, è un’esperienza nel mondo della sostenibilità, che si colloca nella cornice del più ampio progetto di valorizzazione di WHITE, supportato da MISE e ICE Agenzia, con il sostegno della Camera Italiana Buyer Moda – The Best Shops, e nato anche grazie alla partnership con DrawLight, Fashion Revolution, 1TrueID, la piattaforma Fashion B.E.S.T. e alcune tra le più innovative aziende tessili italiane.

White_GetInSync-Ourselves -WhiteMilano-©DrawLight-min
GetInSync-Ourselves -WhiteMilano-©DrawLight

Al centro del progetto c’è SYNC, un’installazione artistica ideata da DrawLight, creata in maniera funzionale all’obiettivo di GIVE A FOK-us: porre l’attenzione al rapporto tra moda e ambiente; moda e società e moda ed individuo. Un corridoio immersivo, sviluppato in tre stanze, dove tecnologie di light-mapping e installazioni audiovisive ispirano il visitatore a una maggiore consapevolezza dei propri valori, in sintonia con il mondo circostante, con le persone e, in ultima fase, con la propria identità.

White_GetInSync-NatureDet-WhiteMilano-©DrawLight-min
GetInSync-NatureDet-WhiteMilano-©DrawLight

“Nel contesto sociale estremo in cui viviamo, i brand promuovono una customer experience accelerata e frenetica – dichiara Mick Odelli, founder di DrawLight -. Spinti all’acquisto immediato ci sentiamo appagati non tanto dal prodotto in sé, quanto dall’atto stesso di comprare, che provoca in noi un’assuefazione dopaminica fine a sé stessa, effimera e a breve termine. Per stimolare un benessere effettivo e duraturo è necessario fermarsi. Rallentare. Fare Focus sull’unfocused. Porre l’attenzione sulle nostre reali esigenze e sui valori che ci relazionano al mondo circostante alla nostra identità”.

White_MICK-min
Mick Odelli, founder di DrawLight
White_GetInSync-PeopleTot-WhiteMilano-©DrawLight-min
GetInSync-PeopleTot-WhiteMilano-©DrawLight

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *