di


“Walking Treasures 4 – Tesori da Passeggio” alla ESH Gallery

Dal 5 al 24 Dicembre 2019 in mostra il gioiello contemporaneo come sculture da indossare

Letizia Maggio, spilla silver silk

Quarta edizione per “Walking Treasures. Tesori da passeggio”, l’appuntamento annuale teso ad avvicinare il pubblico al mondo del gioiello contemporaneo.

Agostina Laurenzano, orecchini resina e foglie di pino

Alla ESH Gallery, dal 5 al 24 Dicembre 2019, saranno in mostra sculture da indossare, opere d’arte realizzate a mano da Sara Barbanti, Sofia Eriksson, Eleonora Ghilardi, Jil Koehn, Carlo Lucidi, Letizia Maggio, Daniella Saraya, Giulia Savino, Chiara Scarpitti, Karen Van Mol, Laura Volpi, Angie Wu, Yukie Shiraka. Attraverso tecniche e materiali gli artisti internazionali daranno risalto alla sperimentazione, tecnica e formale, indagando il confine tra art and craft e il settore delle arti applicate in generale con un occhio di riguardo ai concetti di spazio e natura.

Carlo Lucidi, anello argento e petali stabilizzati

Bronzo ed argento per Laura Volpi ed Eleonora Ghilardi; Carlo Lucidi unisce la forza del metallo e la delicatezza dei petali per gioielli su cui appuntare un elemento che vive e sfiorisce in una giornata, assieme alla persona che lo porta; Sara Barbanti si muove tra i contrasti di materiali poveri e metalli preziosi a cui unisce legno carbonizzato creando una relazione tra luce e ombra; Chiara Scarpitti nella serie Anthropocene crea collage stampati su seta con immagini di fiori, piante e paesaggi scomparsi per far riflettere sulle criticità dell’era moderna e sull’impatto umano nell’ambiente; Agostina Laurenzano cristallizza materiali ecologici biodegradabili in resine e materiali eco-sostenibili ponendo l’attenzione su una società consumistica in perenne bisogno di nuove risorse e materiali alternativi; sono modulari i gioielli di Karen Van Mol con forme architettoniche costruite secondo sequenze cromatiche che giocano con i movimenti del corpo; Giulia Savino si ispira al concetto di urbanistica trasformando catene di oro e di argento in vie e centri urbani per indossare un pezzo della città a cui si appartiene; forme in evoluzione per Letizia Maggio che, come nelle collane in tessuto e metallo, pone in relazione lo spazio e chi le indossa.

Chiara Scarpitti, Anthropocene: pendente argento, seta e plexiglass

Chiara Scarpitti, Anthropocene: pendente argento, seta e plexiglass

Chiara Scarpitti, Anthropocene: pendente argento, seta e plexiglass

Sofia Eriksson, bracciale in acciaio inossidabile

Sofia Eriksson, bracciale in acciaio inossidabile

Sofia Eriksson, bracciale in acciaio inossidabile

Sara Barbanti, orecchini carbone e argento

Sara Barbanti, orecchini carbone e argento

Sara Barbanti, orecchini carbone e argento

Karen Van Mol, collana legno

Karen Van Mol, collana legno

Karen Van Mol, collana legno

Loading image... Loading image... Loading image... Loading image...

www.eshgallery.com

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *