di


Vincenzo Giannotti: “Vi aspettiamo ad Open in totale sicurezza”

I funzionari della Regione Campania sgombrano ogni dubbio sulla fattibilità della fiera (dal 2 al 5 ottobre). "Ci sono tutte le misure sanitarie a tutela dei partecipanti"


L’ultima ordinanza del Governatore de Luca finalizzata ad un inasprimento delle misure anticovid ha creato non pochi problemi al Presidente Vincenzo Giannotti e a tutto il CDA del Centro orafo “Il Tarì” di Marcianise.

Gli imprenditori campani, infatti, si sono trovati, a pochi giorni, dal via del nuovo evento autunnale “Open” in una situazione di grande incertezza, in quanto la nuova ordinanza menzionava in più passaggi la sospensione di “sagre e fiere” senza essere sufficientemente chiara tra eventi realizzati in contesti pubblici e invece attività svolte in piena sicurezza in contesti privati.


Sarebbe stata una vera beffa per i quasi 500 espositori (circa 450 le aziende insediate) pronti a presentare le novità per il prossimo autunno-inverno ad una vasta platea di gioiellieri già pre-accreditati. Fra l’altro gli appuntamenti appena conclusi di Vicenza – Voice – e Milano – Homi fashion&Jewelshanno dimostrato che è possibile organizzare fiere in perfetta sicurezza ma anche l’importanza oggi dei singoli eventi sul proprio territorio. È inutile negarlo per il momento le fiere hanno soprattutto una funzione di “prossimità” e ogni singola iniziativa diventa fondamentale per uno specifico bacino di utenza.

Presidente Giannotti, due giorni da dimenticare…..
Da una prima lettura l’ordinanza del Governatore non chiariva bene la differenza tra eventi pubblici e privati e questo per noi è stato fonte di grande apprensione, anche perché sono mesi che stiamo lavorando a questo evento e ci siamo trovati a poche ore dal suo inizio in un contesto di incertezza senza la possibilità di poter dare risposte ai nostri interlocutori.

Poi il chiarimento con la segreteria del Presidente?
Devo dire che siamo riusciti ad attivare da subito un filo diretto con la Regione e in tempi veramente brevi, i funzionari hanno sciolto la riserva confermando la sua fattibilità.

Fra l’altro sul fronte della sicurezza sanitaria state lavorando da mesi, di conseguenza il Centro è sicuro ogni giorno.
Assolutamente sì! Grazie all’impiego di tecnologie all’avanguardia che, unite ad un sistema di procedure e azioni mirate, hanno reso possibile la piena produttività e operatività del Centro fin dal termine del lockdown a metà maggio scorso.
Di conseguenza l’accoglienza dei partecipanti e degli ospiti, sarà garantita da alti standard di sicurezza, gli spazi esterni e tutti gli ambienti di lavoro sono stati rimodulati per facilitare gli spostamenti e semplificare i contatti. Grazie all’aiuto della tecnologia, saremo in grado di avere sempre sotto controllo la situazione.

Presidente, allora ci vediamo ad “Open” al tarì nei prossimi giorni?
Certo, vi aspetto per un caffè… naturalmente in sicurezza.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *