di


Vicenzaoro January all’insegna del vintage e dei giovani

Dal 17 al 22 gennaio nei padiglioni veneti 1.500 brand e operatori da 120 paesi, dalle boutique esclusive ai grandi mall


VicenzaOro all’insegna di sostenibilità e innovazione, ma anche del vintage e della ricerca
. Sono infatti il nuovo spazio dedicato ai collezionisti e un “hackaton” in collaborazione con l’università di Padova le novità dell’edizione 2020 di VicenzaOro Janury – The Boutique Show, che dal 17 al 22 gennaio porterà nei padiglioni veneti 1.500 brand e operatori da 120 paesi, dalle boutique esclusive ai grandi mall.

Come sempre, Voj rappresenterà il primo appuntamento dell’anno di un settore che nel primo semestre 2019 ha visto l’export italiano crescere del 6,2%. Ma sarà solo il primo della fitta Jewellery Agenda di Italian Exhibition Group, che prevede altre tre manifestazioni in Italia – VicenzaOro September e le due aretine, OroArezzo ad aprile e Gold Italy a ottobre – oltre agli eventi all’estero, da Dubai agli Usa.

PatriziaCecchi

«I clienti sottolinea Patrizia Cecchi, exhibitions Italy director di Ieg – ci riconoscono il ruolo di piattaforma di business per le relazioni internazionali. Non solo lavoriamo millimetricamente alla profilazione dei buyer ma li portiamo dove c’è l’identità delle nostre aziende. Identità di territorio storica culturale e sociale. Questa è in estrema sintesi la promozione del Made in Italy e in questo abbiamo un partner d’eccellenza come Ice – Agenzia. Così come d’eccellenza nella valorizzazione del territorio sul pubblico internazionale è il Comune di Vicenza».

La prima novità del 2020 riguarda appunto VO Vintage, salone che si svolgerà nel foyer del primo piano dal 18 al 20 gennaio, con un ingresso dedicato.

Sandro Fratini

L’evento sarà riservato a collezionisti e appassionati, coinvolgendo selezionati espositori di fama, che proporranno, in alcuni casi per la prima volta al pubblico, le loro collezioni uniche e senza tempo. Tra i partecipanti anche Sandro Fratini, il collezionista più conosciuto internazionalmente e gli esperti più apprezzati e noti, come il maestro orologiaio Giulio Papi.

 

Stefano Mazzariol

«Saremo a VO Vintage per incontrare una platea selezionata e preparata – spiega Stefano Mazzariol di Vintage Watches Vendere il vintage significa vendere anche la storia e la cultura dell’oggetto d’epoca, far scoprire e rivivere agli appassionati il sapore dell’orologio di una volta, farli innamorare della storia che vi sta dietro».

 

Lorenzo Cagnoni

«Il binomio business e innovazione commenta il presidente di Ieg, Lorenzo Cagnoni – è ineludibile e a ogni edizione i nostri eventi si arricchiscono. In questo caso, di un appuntamento ex novo VO Vintage, un’esposizione originale dedicata a orologeria e gioielleria d’epoca con pezzi unici e rarità tra le più ricercate al mondo, un annuncio che so essere gradito all’intero mercato».

 

E a proposito d’innovazione, l’altra grande novità sarà un hackaton organizzato in collaborazione con l’università di Padova, come annuncia Marco Carniello, group brand director jewellery  & fashion di Ieg. «Chiederemo a 60mila studenti e ricercatori di trovare soluzioni di business su “Nuovi modi di indossare un gioiello” e “Nuovi modi per realizzare packaging innovativi” e porteremo a Voj le 40 migliori proposte da sottoporre a un advisory board composto da aziende e protagonisti del settore».

Creatività e innovazione, del resto, saranno al centro anche del convegno inaugurale “VISIO.NEXT”, quest’anno con la regia del Club degli Orafi.

Un’altra tematica da anni centrale a VicenzaOro, quella della sostenibilità, sarà invece sviluppata e approfondita in tutte le sue articolazioni nell’evento promosso da Cibjo, oltre che nei tradizionali Digital Talks e nei Gem Talks.

Gianluigi Barettoni con Lorenzo Cagnoni

Accanto a VicenzaOro, poi, i 4mila metri quadri di T.Gold proporranno ai visitatori il meglio dei macchinari per l’oreficeria, settore nel quale l’Italia è leader, accanto a seminari tecnici. «Afemo è partner di Ieg nella realizzazione di T.Gold da sempre – afferma Gianluigi Barettoni, presidente dell’associazione dei produttori – e questo ha portato allo sviluppo della manifestazione come punto di riferimento a livello mondiale nell’ambito della produzione delle tecnologie per la produzione orafa. In T.Gold gli associati dell’Afemo rappresentano le eccellenze della manifestazione. Nei suoi tour mondiali Afemo funge da ambasciatrice di T.Gold e VicenzaOro. In tema è emblematico l’incontro di questi giorni con buyers in Uzbekistan, che verranno invitati alla prossima edizione della manifestazione».

www.vicenzaoro.com


1 commento

  1. Rodolfo Santero says:

    interessante questo ARGOMENTO.—>.. E a proposito d’innovazione,
    l’altra grande novità sarà un hackaton organizzato in collaborazione con l’università di Padova,
    come annuncia Marco Carniello,
    group brand director jewellery & fashion di Ieg.
    «Chiederemo a 60mila studenti
    e ricercatori di trovare soluzioni di business
    su
    “Nuovi modi di indossare un gioiello”
    e “Nuovi modi per realizzare packaging innovativi”
    e porteremo a Voj
    le 40 migliori proposte da sottoporre
    a un advisory board composto da aziende
    e protagonisti del settore».
    ———————->> …DOMANDINA ?
    MA QUANTO LE PAGANO QUESTE SOLUZIONI “”DOCg””?? commercialmente/sono lavori di tecnici
    di “Progettisti-DESIGNERS- professionisti. questa è bassa e mera concorrenza sleale.
    Se siete “” seri come volete apparire”” ,…Perchè seriamente non vi rivolgete -a loro !!..??

    Si parla di Decine di migliaia di Euro ( 100.000,oo eu di base) a progetto contratti, di esclusiva,dirittod’Autore, di roialty, etc…..
    ….e che nessuno… vuole tirare fuori …… come al solito,…
    ..E’ come i per i vari finti concorsi a”Premi” per le Scuole Orafe e d’Arte e non,…
    –con 2 Caramelle, e un Redazionale su Rivista settoriale (= in convenzione/scontato) .– si raccolgono–. di media .N.100/200/ 500 progetti-IDEE- varie… che a “”2.000,oo $/ Euro cad, “”….
    ..che poi…fanno $… XY..Z.!!
    ..((..che è TUTTO LAVORO PERSO per tanti Designer …))
    e poi c’è crisi di lavoro….di novità… di ….IDEE…..di bravi Professionisti di settore,..
    (…(scappano in altri settori dove li sono pagati viste le grandi competenze che hanno!!)).

    …………………—>>>Qualche cosa non funziona ..!.!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *