di


Vicenzaoro January 2020: Tecnologia e formazione protagoniste della terza giornata

Il salone della gioielleria organizzato da Italian exhibition group, nel terzo giorno ha visto protagonisti la tecnologia e la formazione, nonchè i Digital talk promossi da Federpreziosi Confcommercio e i Gem Talk dell’Istituto gemmologico italiano.

JTF.

Durante la mattinata professionisti della tecnologia hanno discusso delle ultime innovazioni durante il Jewellery Technology Forum, curato da Legor Group. A parlare del futuro tecnologico del settore sono stati Chris Corti, managing director di Coregold Technology; Jim Binnion, proprietario di James Binnion Metal Arts; la designer Beatriz Biagi; Stefania Trenti, economista di Banca Intesa Sanpaolo; Giulio Bevilacqua, chief operating officer di Bedin Galvanica; Vera Benincasa, process engineer di Mattioli e Antonello Donini, direttore di Cisgem.

Start Up

La domenica è però stata anche la giornata di presentazione del progetto “VicenzaOro and StartupBootcamp for innovation”, che vedrà le pmi innovative sempre più al centro dell’azione di Ieg. Se infatti questa edizione di gennaio vede già otto start up presenti all’interno dell’area “Start up & Carats” promossa in collaborazione con Ice, il futuro va verso un coinvolgimento sempre maggiore di queste realtà, ma anche delle aziende che con loro si devono interfacciare. «L’innovazione è fuori e non vede l’ora di collaborare con voi», le ha spronate Alceo Rapagna, global data officer e ad di Italy StartupBootcamp, che a Vicenza vorrebbe replicare nella gioielleri quanto fatto a Milano con la moda. Il suo acceleratore ha infatti selezionato, da 1.200 candidature, 10 pmi inovative che saranno nel capoluogo lombardo per 13 settimane.

Con lui a discutere dell’argomento, Gianni Pelizzo, fondatore e amministratore delegato di Predit e Cristina Squarcialupi, presidente di Unoaerre, moderati da Alexandra Trosin, senior advisor StartupBootcamp FashionTech & Innoleaps e direttore generale del Club degli Orafi Italia.

IEG_Marco carniello-min
Marco Carniello

E l’impegno della fiera da questo punto di vista è forte, come spiega Marco Carniello, direttore della divisione Jewellery and Fashion di Ieg. «Dobbiamo essere anche veicolo d’innovazione – afferma – e Ice Agenzia ha chiesto a tutto il sistema di puntare sulle start up. Con loro abbiamo creato Start up and Carats, selezionando autonomamente le aziende, che sono tutte pmi innovative, ma per l’edizione di settembre vogliamo affidarci ad un grande acceleratore, che è specializzato in questa attività. L’obiettivo è puntare sempre di più su questo segmento nei prossimi anni, con un grande coinvolgimento delle aziende, perché sarà un filone centrale».

 

www.vicenzaoro.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *