di


Vicenzaoro January 2020: protagonisti gli studenti per il quinto giorno

Ieri, nel penultimo giorno di VicenzaOro è stata la giornata dedicata agli studenti del progetto per l'Hackaton "The Gold Run" organizzato da IEG insieme all’Università di Padova e a Unismart, in collaborazione con Afemo

Studenti a spasso per la fiera nel penultimo giorno di VicenzaOro, alcuni per conoscere le aziende, altri per andare a caccia di suggerimenti per completare il loro progetto per l’hackathon “The Gold Run”, organizzato da Italian exhibition group insieme all’Università di Padova e a Unismart, in collaborazione con Afemo, l’associazione che riunisce i fabbricanti italiani di macchinari per l’oreficeria e le imprese Legor Group, Sisma e Better Silver.

Hackaton

Sessantamila studenti universitari sono stati sfidati a creare progetti innovativi e sostenibili su come indossare un gioiello o proporre un packaging. Solo quattro dei 20 progetti pervenuti sono però arrivati all’ultima tappa, che ha visto ieri quattro squadre perfezionare e presentare le proprie idee.

Vincitore il bracciale “Aurora”, proposto da Agata e Orazio Pappalardo, Flavio Giovannelli e Anna Campagnari, che grazie a un chip misura il pH della pelle e aiuta a prevenire dermatiti e irritazioni, ma anche a scegliere la crema giusta.

Secondo “My Anjel” proposto da Linda Farinetti, Virginia Jannuzzi e Stefano Da Lio, un ciondolo in due varianti, ottone e argento, pensato come dispositivo antiviolenza: aprendolo si segnala infatti a una community che si è in una situazione potenzialmente pericolosa. In caso di pericolo, invece, toccandolo si inviano dati e posizione alla polizia, per chiedere aiuto. E se il premio è stato “solo” di 1.500 euro (al vincitore ne sono andati 2mila) hanno già incassato l’interesse di Better Silver.

Terza una proposta “turistica”, Wanderlust di Eddye Figueroa, Elinoor Castellan, Giacomo Lionello e Rosalba Cipriani, una collana in oro o titanio, nella quale sono inseriti due auricolari. Quando chi li indossa si avvicina a un luogo d’interesse due led s’illuminano e ci si può collegare all’app per ascoltare la descrizione.

Ultimo Tempus Fugit di Jacopo Squarzoni, Simone e Fabio Gennari, una clessidra con magneti nella quale il tempo ma dura in eterno, da acquistare per segnare un ricordo.

Cleto Munari

Appuntamento anche con il design di Cleto Munari, che in fiera ha presentato il catalogo “Cleto Munari jewellery”, che contiene non solo la produzione di gioielli sua e di alcuni dei grandi nomi con cui ha collaborato, come Ettore Sottsass, Mimmo Paladino, Enzo Cucchi, Alessandro Mendini e Sandro Chia, ma anche la vita dell’artista. Con lui a dialogare c’erano Nicoletta Martelletto, vicecaporedattrice de Il Giornale di Vicenza, la curatrice dei testi Germana Cabrelle, l’art director Elvilino Zangrandi e il coordinatore Alessandro Munari.

www.vicenzaoro.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *