di


Vicenzaoro January 2020: Corallo sotto i riflettori per la quarta giornata

Assocoral: un incontro rivolto alla descrizione di una legislazione stringente sulla pesca dell'oro rosso chiesta proprio dall’associazione per tutti i paesi che affacciano sul Mediterraneo

Corallo sotto i riflettori nella quarta giornata di VicenzaOro, che ha visto Vincenzo Aucella, presidente di Assocoral e Ciro Condito, vicepresidente, raccontare quanto è stato fatto per rendere questo materiale sostenibile e tracciabile, moderati da Steven Tranquilli, direttore di Federpreziosi – Confcommercio.

assocoral_vincenzo-aucella
Vincenzo Aucella

Nel loro resoconto, i passi avanti fatti da quando, negli anni Ottanta, il corallo veniva pescato a strascico, danneggiando irreparabilmente gli insediamenti ad oggi, quando la raccolta è effettuata da sub professionisti, che possono utilizzare esclusivamente picozze e viene minuziosamente documentata, grazie ad una legislazione stabilita dalla Commissione di Pesca del Medietrraneo (organo FAO) per tutti i Paesi che affacciano sul Mediterraneo.

«L’artigiano di Torre del Greco è espressione di una comunità, dove la lavorazione del corallo fa parte della tradizione, della storia e l’obiettivo è quello di tramandare il know how e l’impresa ai figli. Ogni famiglia ha qualcuno legato al corallo. Questa spinta alla sostenibilità è venuta dalla stessa comunità torrese, quando nel 2007 gli Usa chiesero d’inserire il corallo del Mediterraneo nel Cites, la Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione, poi respinta per mancanza di supporto scientifico, che si temeva potesse portare via questa tradizione».

Durante la giornata sono continuati anche i Gem Talk organizzati dall’Istituto gemmologico italiano, i Digital Talk di Federpreziosi e gli incontri tecnici.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *