di


Vicenzaoro Fall al via oggi. Gioielli, design e creatività

Alle 12 inaugurazione ufficiale: il programma completo della rassegna aperta fino a mercoledì


Apre i battenti oggi Vicenzaoro Fall, l’edizione di Fiera di Vicenza più attesa dai dettaglianti italiani e stranieri in vista degli acquisti per il Natale e delle festività di fine anno. Millequattrocento espositori stanno per illuminare le proprie vetrine in cui campeggiano le ultime collezioni: da oggi – inaugurazione alle ore 12 nel centro congressi in sala Palladio – fino a mercoledì aziende da da 55 province italiane e 31 paesi stranieri esporranno il meglio delle tendenze per le prossime stagioni. Si confronteranno sul tema delle nuove frontiere della creatività: Roberto Ditri, Presidente di Fiera di Vicenza, Ruggero Frezza, Ceo di M31, Francesco Inguscio, Fondatore di Nuvolab, Licia Mattioli, Amministratore Delegato dell’Antica Ditta Marchisio, Francesco Morace, Sociologo, Stephan Siegel, Fondatore di Not Just a Label e il regista Gabriele Vacis.

Il tema, questa volta, è “Creativity 5.0”, un nome emblematico che sta a rappresentare il superamento dell’attuale configurazione tecnologica del comparto: bellezza, tradizione, manualità non bastano più. È il concetto alla base del “rinnovamento” nella cui direzione si muove da oltre un anno e mezzo la Spa guidata da Roberto Ditri nell’ambito del progetto quinquennale FDV 2011/2015. La creatività manifatturiera che contraddistingue il made in Italy deve essere arricchita e strutturata da una serie di nuove approfondite competenze, in continuo aggiornamento, cui deve seguire una rivisitazione in chiave contemporanea dell’evento fiera. La profonda conoscenza del mercato e dei mercati, lo studio costante delle macro-tendenze, l’attenzione alla contemporaneità, la contaminazione con l’arte, il design e la moda, la connettività, il web marketing e le nuove strategie di retail sono alcuni dei valori su cui puntare. Il fil rouge rimane l’internazionalizzazione, ovvero il saper fare locale pensato per una scala globale. Azione che Fiera di Vicenza porta avanti con accordi e relazioni commerciali strutturate che offrono nuove opportunità dagli Usa a Dubai, fino all’India.

Intanto, la città di Vicenza si prepara ad accogliere il Museo del Gioiello: sarà ospitato in una parte della Basilica Palladiana con una superficie di oltre 400 metri quadrati. La struttura sarà ristrutturata ad opera del Palazzo Trissino, mentre allestimenti e arredi saranno curati da Fiera di Vicenza che pagherà al Comune l’affitto a partire dal 2013. L’inaugurazione è prevista per la prossima primavera.

Nel pomeriggio di oggi sarà inaugurata la Trend Vision Gallery: il meglio delle esplicazioni delle tendenze in arrivo, prodotte ed interpretate dalle aziende espositrici, esposte in un contesto omogeneo. Domani pomeriggio Paola De Luca, direttore creativo di Trend Vision Jewellery + Forecasting, condurrà gli operatori tra i trend 2013/2014 per gioielli, diamanti, orologi: atmosfere di design, best silhouettes, colori, tecniche di lavorazione, materiali. Martedì sarà presentato il TrendBook 2014, sintesi del grande lavoro del laboratorio, Osservatorio permanente sulle tendenze del gioiello, divisione indipendente di Fiera di Vicenza,il centro di ricerca permanente indipendente sulle tendenze del gioiello e dell’oreficeria: con 18 mesi d’anticipo sarà presentata l’analisi dei mega trend destinati ad influenzare l’evoluzione e le scelte dei consumatori.

Domani in mattinata, atteso appuntamento con il seminario “L’innovazione nel retail. Come governare il cambiamento e trarne vantaggio”, a cura di Federpreziosi in collaborazione con Fiera di Vicenza. Il gioielliere tra tradizione e innovazione e le tecniche per dare nuovo lustro al punto vendita saranno al centro degli interventi previsti in sala Trissino alle 10.30.

La serata di domani parla invece il linguaggio del design: alle 19 a Palazzo Bonin Longare vernice della mostra “Souvenir d’Italie: il gioiello souvenir tra memoria e design”, a cura di Alba Cappellieri, organizzata da Fiera di Vicenza in collaborazione con Confartigianato Vicenza e CNA Vicenza, con l’esposizione al pubblico dei tre progetti vincitori e dei gioielli dei 17 finalisti del Concorso Next Jeneration – Jewellery Talent Contest 2012 – in collaborazione con il Politecnico di Milano – realizzati dalle aziende vicentine associate a Confartigianato e Cna Vicenza ai quali si aggiungeranno altre opere rappresentative del gioiello souvenir. La mostra resterà aperta fino al 10 ottobre.

Lunedì si discute di gemme: al mattino, con il convegno di Assogemme sui rischi connessi con la realizzazione dei gioielli, e nel pomeriggio con l’Istituto Gemmologico Italiano, sui tesori nascosti tra le pietre italiane. Martedì la Fondazione G. Rumor- Centro Produttività Veneto, in collaborazione con Fiera di Vicenza, esplorerà l’Italian Luxury e mercato globale: opportunità e minacce. Non resta che varcare la soglia di Fiera di Vicenza e scoprire cosa arriverà nelle vetrine delle gioiellerie nei prossimi mesi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *