di


Vicenza, l’oggetto del ritratto è il gioiello: una mostra allo Spazio Bruschi

Organizzata dal gruppo Donne Imprenditrici di Apindustria della città palladiana, foto di preziosi immortalati attraverso arte, cultura e storia

Un nuovo modo di guardare il gioiello, un vero e proprio ritratto il cui protagonista non è un volto, ma un ornamento visto attraverso l’arte, la cultura, la storia. È questo l’intento della mostra a ingresso libero “Ritratti al gioiello”, a cura di Gianna Sartori, organizzata da ApiD Vicenza e FUORILUOGO: domenica 20 gennaio alle 19.30 l’inaugurazione nel centro storico di Vicenza.

In occasione di VICENZAORO Winter, che apre i battenti sabato 19, una esposizione originale ed insolita, aperta fino al 27 gennaio, accoglierà i numerosi visitatori della fiera veneta che affolleranno la città palladiana.  L’evento, patrocinato da Comune di Vicenza, Assessorato alla Cultura del Comune di Vicenza e Apindustria, sarà ospitato presso lo Spazio Bruschi di Corso Palladio, realtà consolidata della moda italiana a due passi dalla storica Basilica.

Fuoriluogo, in collaborazione con il Gruppo Donne Imprenditrici di Apindustria Vicenza, propone così a Vicenza, Città dell’Oro per antonomasia, una nuova iniziativa culturale dove il gioiello diventa occasione per parlare del profondo legame tra la città e la sua tradizione nella manifattura orafa e gioielliera. Tre Fotografi – Francesca Canapa, Alberto Marangoni e Nerino Campesato – hanno realizzato “10 scatti x 10 Gioielli”, cercando di coglierne le qualità estetiche, sociali e simboliche.

Pensare al Gioiello e al suo Ritratto significa guardare al prezioso come al frutto del felice incontro tra sapiente capacità artigianale e materia prima che, poco a poco, “prende vita” assumendo una particolare identità valoriale, estetica e simbolica, espressione del suo tempo e, al contempo, intramontabile espressione artistica della gioielleria. Ogni Gioiello ha dunque una precisa identità che può essere immortalata in un attimo di eternità tramite il mezzo fotografico che, in questo caso, punta a interpretare e sintetizzare in un solo scatto la complessa e multisfaccettata realtà di un preciso gioiello.

Scopo della mostra non è tracciare per scatti fotografici la complessa storia del Gioiello, quanto osservare con gli occhi della contemporaneità preziosi classici e contemporanei per immortalare lo straordinario effetto attrattivo che sanno esercitare su chi li ammira e li indossa, facendo parlare la personalità di ciascun Gioiello selezionato.

“Un’occasione importante – ha dichiarato Giuseppina Grimaldi, Presidente di ApiD Vicenzaper coniugare arte e cultura con le eccellenze delle nostre aziende orafe e gioielliere. Fuoriluogo, con cui avevamo già collaborato in occasione dell’evento dello scorso settembre, è al nostro fianco per promuovere nuove chiavi di lettura per le creazioni delle nostre aziende. Uno sguardo nuovo e “fresco” che permette di uscire dagli schemi usuali di un settore che ha bisogno di puntare su linguaggi alternativi ed innovativi”.
Aziende partecipanti:
Linea Italia srl
Naoto di Grimaldi Giuseppina
Sidra srl
DML srl
MPM di Gobbato Enzo
Tre Esse snc
Studio Gi srl
C.V.O. srl
Misis srl
Legi International spa

 In apertura, azienda  TRE ESSE; fotografo ALBERTO MARANGONI; citazione Giorgio De Chirico
Azienda NAOTO; fotografo NERINO CAMPESATO citazione: Salvador Dalì
Azienda : M.P.M. di Gobbato Enzo srl; fotografo FRANCESCA CANAPA; citazione: Giovanni Gastel

1 commento

  1. creo con marchio 1024 RM gioielli che rappresentano temi ed argomenti tratte da storie raccontate da nostri clienti ed altri argomenti, sarei interessato a partecipare alle mostre da voi organizzate


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *