di


Vicenza, in fiera a maggio la fase conclusiva di “Gioielli (in cerca) d’Autore”

In attesa di Vicenzaoro Charm, che ne costituirà il momento finale, prosegue la fase operativa del progetto “Gioielli (in cerca) d’Autore” promosso dalla categoria Metalli preziosi di Confartigianato Vicenza, che ha tra i propri partner la Sid – Scuola Italiana Design e Fiera di Vicenza.

Protagonisti dell’iniziativa, dieci imprese orafe vicentine assieme a dieci giovani designer che si sono formati in Sid. Questi gli “abbinamenti” che sono venuti fuori dalla seconda fase del progetto, nel mese di gennaio, in concomitanza con la presentazione del progetto a Vicenzaoro First: Fratelli Bovo con Design Quantobasta; Veneroso con Alessandro Busana; La Terza Dimensione con Andrea Busato; Orozen con Andrea Maragno; Superficiquattro con Emanuele Lizzi; Al-Ba con Damiano Dalla Lana; Costa P. & Figli con Arianna Sabbadin; Cavaliere con Sonia Tasca; Tre Esse con Alternativastandard; Criso Italia con Cartanera.

Lo scorso dicembre il progetto ha preso il via con un incontro in cui ciascuna azienda ha espresso i propri obiettivi commerciali e ha messo a conoscenza dei designer il proprio patrimonio tecnico-produttivo: contestualmente, i designer hanno preparato tre Scenari Progettuali che sono stati presentati alle imprese.

Attualmente è in atto la collaborazione concreta dei designer con le rispettive aziende: la conclusione è prevista per maggio, quando saranno consegnati gli elaborati definitivi “materializzati” in gioielli.

Il progetto di Confartigianato Vicenza ha voluto mettere a confronto le metodologie di ricerca e progettuali sviluppate da Scuola Italiana Design con la produzione seriale delle piccole imprese orafe vicentine, al fine di proporre una inedita angolazione progettuale finalizzata alla produzione di gioielli e non solo. Il valore del progetto “Gioielli (in cerca) d’Autore” risiede nella volontà delle imprese di riaggiornare i loro codici stilistici attraverso una nuova forma di dialogo con la figura del designer industriale, non in quanto stilista o mero “costruttore di forme”, ma in qualità di “competenza strategica” che, dall’interno dell’azienda, deve riuscire a coniugare l’innovazione delle proposte con l’identità e la tecnica produttiva dell’azienda stessa.

L’appuntamento è per Vicenzaoro Charm, dal 21 maggio, dove sarà esposta la collezione di gioielli frutto di questa innovativa collaborazione che mette a confronto il mondo della produzione con quello della creatività.

In apertura, un’immagine della presentazione del progetto a Vicenzaoro First


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *