di


Vicenza, i “Gioielli del potere” in mostra da sabato 22 settembre

NEL GIORNO DI APERTURA DELLA FIERA VENETA VIA ALL’ESPOSIZIONE AL MUSEO DEL GIOIELLO DEDICATA A CORONE E TIARE DEL PASSATO E DEL PRESENTE


Mostra_Vicenza_Tiara 2010_01_ballarino_cavour-min
Tiara, 2010. Oro bianco 750/1000, argento al palladio 9, zaffiri bianchi sfaccettati 77 ct, 70 perle naturali coltivate bianche. Collezione Ballarino Cavour

Gioielli simbolo dell’eccellenza orafa ma al contempo intrisi di potere politico e sociale: sono i protagonisti della mostra “I gioielli del potere: corone e tiare” al via sabato 22 settembre al Museo del Gioiello di Vicenza, nel giorno di inaugurazione di Vicenzaoro September. In particolare, sarà posto l’accento sulla qualità del lavoro Made in Italy nel rappresentare le icone sociali della gerarchia.

“Un excursus tra le corone e le tiare del passato e del presente – dice la curatrice Alessandra Possamai -, e pone l’attenzione su quello che sono e quello che sono state. Un vero e proprio salto nel gusto e nello stile di epoche diverse attraverso opere di grandi artisti. Un mondo, tuttavia di interesse creativo, un banco di prova per orafi e designer contemporanei”.


Tiara, 2002. Oro, corallo rubrum, diamanti taglio brillante, perline orientali. Collezione dell'artista Platimiro Fiorenza
Tiara, 2002. Oro, corallo rubrum, diamanti taglio brillante, perline orientali. Collezione dell’artista Platimiro Fiorenza

L’esposizione resterà visibile in Basilica Palladiana a Vicenza fino al 17 marzo 2019. In vetrina preziosi manufatti che ripercorrono il valore di tiare e corone nei secoli, saranno esposte anche una tiara realizzata per il soprano Ghena Dimitrova ne “La Gioconda” di Amilcare Ponchielli e una corona in ottone argentato realizzata a traforo strass su sede forata a cono. Entrambe le creazioni sono opera del brand Sharra Pagano, fondato nel 1969 da Lino Raggio e Gianfranco Signori, che hanno creato tiare per i più famosi interpreti dell’opera, intrecciando spettacolo e arte orafa.


Mostra_Vicenza_Guazza 2010_11_gerardo_sacco-min
Guazza, 2010. Per I Promessi Sposi, riduzione teatrale di Michele Guardì, argento 925/000, perle, cammeo centrale, sfere cave, 24 x 35 cm. Archivio Gerardo Sacco

In occasione di VIOFF – Vicenzaoro Fuori Fiera, il Museo del Gioiello resterà aperto fino alle 22 e sarà possibile acquistare, al prezzo di 5 euro, un biglietto unico speciale che consentirà l’ingresso ai diversi musei cittadini (Palazzo Chiericati, Chiesa di S. Corona, Museo Naturalistico Archeologico, Palazzo Leoni Montanari, Palladio Museum, Museo Diocesano e Museo del Gioiello) nella sera del 22 settembre, la vendita del biglietto speciale sarà effettuata dalle 17 alle 21.30 negli infopoint IAT in Basilica Palladiana, Piazza Matteotti e Museo Naturalistico Archeologico.


Mostra_Vicenza_Corona 2018_06_platimiro_fiorenza_corona-min
Corona, 2018. Oro, argento, diamanti taglio rosa, corallo rubrum. Collezione dell’autore Platimiro Fiorenza.

www.museodelgioiello.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA