di


Viaggio tra i capricci di Capri

È estate e l’isola azzurra, come da tradizione, diventa meta di personaggi del jet set mondiale


Già avvistati in questi giorni Kourtney Kardashian, Gwyneth Paltrow, Matthew McCounaghey, Valentino, Diego Della Valle. Insomma è ufficialmente iniziata la fashion season per la perla più esclusiva del golfo di Napoli.


Quelli che ieri sono passati di qui e che hanno dato vita ad una particolare eleganza riconosciuta poi in tutto il mondo sono impossibili da elencare, ma tra gli stretti vicoletti, in via Tragara e nei locali più selettivi era facile incontrare Jackie Kennedy, Bianca Brandolini d’Adda, Pablo Neruda ….per citarne alcuni. E se, una volta sbarcati sull’isola, prima era “in” abbandonare i propri abiti in cambio di camice di lino abbinate a pantaloni dalla lunghezza improbabile – né corti né lunghi – rigorosamente accostati all’artigianale sandalo caprese, ora la stessa isola è diventata brand di se stessa ispirando spesso anche il nome per infinite collezioni di abiti, accessori e gioielli.


Tamara Comolli
Tamara Comolli

Nel caso dell’accessorio-gioiello, questo trend si riscontra sia nell’alto di gamma sia in prodotti più abbordabili: per il suo omonimo brand la designer tedesca Tamara Comolli ha saputo cavalcare l’onda dei cambiamenti puntando ad uno stile esclusivo che appaga le aspettative del mercato. Oggi tra le sue proposte molto “casual luxury” troviamo il bracciale Mikado Flamenco Capri in oro rosa 18 carati, 51 gemme di corniola, turchese e kogolong, una pietra di origine vulcanica lucida come la ceramica. Il bracciale, pur avendo un prezzo di cartellino importante – si aggira sui 50mila euro – può essere indossato sia per una giornata al mare sia accostato ad una mise elegante.


capri amle-min
Amlè

Altro gioiello che “veste” è firmato Amlè, brand artigianale campano che ha portato i simboli della nostra cultura popolare in tutto il mondo. I suoi Tamburelli dipinti a mano e montati in argento e stampi antichi rifilati in argento 800 dorato sono presenti nelle migliori gioiellerie americane ed europee.


Lebole Gioielli
Lebole Gioielli

E, rimanendo nell’ambito del bijou di design, la linea The Circle di Lebole Gioielli, brand aretino, rende omaggio all’isola azzurra con asimmetrici orecchini realizzati con capsule piatte stampate su banda stagnata e montata in ottone. The Circle è dedicata ad un pubblico molto vasto per la sua alta varietà di proposte e la sua accessibilità (prezzo al pubblico consigliato 38 euro).


De Simone Fratelli
De Simone Fratelli

Per ogni capriccio tra bijoux e lusso, anche quello di alta gamma di un gioiello sartoriale. È il caso dei preziosi orecchini della collezione “Mylady” in corallo pelle d’angelo, brillanti, smeraldi e zaffiri rosa proposti dalla maison torrese De Simone Fratelli per illuminare il viso in maniera esclusiva ed unica.


Chantecler
Chantecler

Ma l’isola azzurra è soprattutto Chantecler, il brand del galletto nato negli anni ‘50, in piena dolce vita, dall’amicizia di Pietro Capuano e Salvatore Aprea. Con boutique a Capri, a Milano nel quadrilatero della moda, e nei principali fashion district, Chantecler incarna per eccellenza la bellezza dell’isola: mitiche le sue campanelle declinate sia in argento sia in oro con coralli, smalti e pietre preziose. Per chi è in cerca di altro è nata anche la borsa/gioiello Mangabell, firmata in collaborazione con Kavj, esclusivo marchio di pelletteria italiana. Una piccola bag in stampa coccodrillo di color verde brillante che alla chiusura, contornata da 50 diamanti per un totale di 1kt, aggiunge come importante elemento la famosa campanella, intercambiabile con gli altri charm Chantecler per essere utilizzabile anche come ciondolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *