di


Vanitas Mundi – Mostra a Milano di pezzi unici di Giovanni Raspini

Per l’argentiere toscano i simboli della Vanitas Mundiil memento mori – diventano  motivo per celebrare la vita.

vanitas raspini 2-minNella mostra – che resterà aperta solo per pochi giorni (dal 17 al 19 novembre) in Palazzo Visconti a Milano a due passi dal flagship store Giovanni Raspini di corso Monforte – gli elementi che ricordano l’ineluttabile caducità della vita sono interpretati in maniera ironica per cantare gli anni felici e spensierati proprio attraverso la metafora artistica e naturale della morte. Così il ghigno del teschio diventa un sorriso ironico e le ombre diventano luce. Un teschio riletto in chiave Pop, in chiave Rock, all’insegna del glamour neogotico contemporaneo.

vanitas raspini-minEcco collane fatte di serpi, orecchini scheletrici, sedie con gli scorpioni, mini-vanitas composite, specchi allegorici, vassoi ricchi di scarafaggi e candelabri coi pipistrelli. Simboli dell’eternità come le tartarughe, i vermi e le conchiglie accostati a sentinelle dell’effimero quali i fiori secchi, le ragnatele o le farfalle.

La suggestione delle creazioni Raspini viene esaltata dall’allestimento di un “giardino notturno” realizzato con la collaborazione dello scenografo e designer Piero Figura: una vera e propria scenografia teatrale ricca di atmosfere dark, velluti porpora e luci soffuse.

vanitas raspini 3-minIl catalogo della mostra è arricchito da un testo introduttivo di Philippe Daverio.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA