di


Valenza gioielli si sdoppia in “Istinto Prezioso” e “Prestige”, due location per due declinazioni dell’evento

Dal 26 al 28 ottobre alto di gamma a Villa Scalcabarozzi, mentre al Centro Expo Piemonte si terrà una rassegna sul gioiello; in vetrina anche gli accessori di lusso

Cambiamenti significativi in atto a Valenza: l’evento autunnale organizzato dall’Associazione orafa valenzana cambia volto e si ‘sdoppia’ in due declinazioni differenti, entrambe incentrate sull’eccellenza della manifattura del distretto. Nel corso dell’ultimo anno, il Consiglio dell’AOV ha infatti analizzato con attenzione i cambiamenti occorsi nel comparto fieristico – troppe le manifestazioni e sempre più cauta la domanda degli operatori – e deciso così di differenziare la propria offerta.

La scelta intrapresa dall’Associazione guidata da Francesco Barberis è quella di una vetrina che sappia tenere conto delle esigenze di espositori e visitatori sul lungo termine. Valenza Gioielli resta ma avrà tutto un altro concept: dal 26 al 28 ottobre saranno due le location da visitare.

Nel centro espositivo Expo Piemonte, con un nuovo allestimento, l’evento si chiamerà “Prestige”, e porterà i visitatori – operatori ma anche privati – lungo una retrospettiva sulla storia del gioiello, un percorso di avvicinamento culturale della popolazione a questo settore: fil rouge tra trade e pubblico attraverso una esposizione di immagini. Ci saranno poi anche aree tematiche dedicate a vari settori merceologici, inclusi gli accessori di lusso,  purché caratterizzate da alta qualità ed eleganza e ci sarà la possibilità di acquistare.

L’alto di gamma sarà invece protagonista di un evento esclusivo a Villa Scalcabarozzi, ex sede dell’Associazione Orafa Valenzana recentemente ristrutturata grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria. Più prossima al centro della città, la location consentirà a una selezione ristrettissima di marchi di dar vita ad “Istinto Prezioso”, una finestra esclusiva sulla produzione valenzana.

Non ci sarà la formula su invito, ma soltanto trade: alla rassegna potranno accedere gli operatori, oltre a delegazioni organizzate di buyer italiani e stranieri. Dimora esclusiva su tre livelli, Villa Scalcabarozzi ospiterà grandi marchi la cui partecipazione sarà sottoposta al giudizio di una commissione, che valuterà qualità del prodotto, immagine aziendale e altri criteri qualitativi. L’evento inoltre permetterà alla città di Valenza di avvicinarsi alla rassegna fornendo servizi e accoglienza.

Una riorganizzazione profonda ma funzionale, dunque, coinvolge Valenza: una differenziazione del contesto fieristico che ha già raccolto, secondo quanto riferito dagli organizzatori, adesioni ed entusiasmi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *