di


Usa, vendite in gioielleria a -9,3 %. Ma gli analisti sono ottimisti

La National Retail Federation ha registrato un approccio più pratico nelle tendenze di acquisto dei consumatori

Stati Uniti, calano le vendite in gioielleria ad aprile. Una diminuzione del 9,3 per cento annuo (1,996 miliardi di dollari) è stata annunciata da un report del governo americano che evidenzia una sostanziale tendenza alla contrazione di spesa dei consumatori, nell’acquisto di gioielli e di merci in generale. Tuttavia, rispetto a un anno fa, le vendite di maggio al dettaglio (di tutti i settori) e i servizi di ristorazione sono cresciuti del 5,3 per cento (a 404,6 miliardi di dollari).

La National Retail Federation (NRF) ha concluso nella propria relazione che le vendite al dettaglio nel mese di maggio riflettono un approccio più pratico come modelli di spesa dei consumatori, calcolando una crescita del 4,8 per cento non rettificato. “Essendo quella orafa la prima industria a sentire il contraccolpo negli atteggiamenti dei consumatori rispetto alla ripresa dell’economia – ha detto il presidente della NRF, Matthew Shay – i dettaglianti non sono scoraggiati dalle vendite di maggio. È evidente che i consumatori stanno semplicemente ‘prendendo un respiro’. Pensando al futuro, i retailer terranno un occhio fisso sui principali indicatori economici, mantenendo cautela nell’inventario e ideando nuove promozioni”.

Anche se secondo Jack Kleinhenz, capo economista della National Retail Federation, l’economia americana procede come una vecchia macchina, con tanti scatti, partenze e crepitii, “i consumatori stanno beneficiando del lento ma costante calo dei prezzi della benzina e ci aspettiamo che la crescità riprenderà e i frutti saranno raccolti in autunno”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *