di


Usa: a febbraio vendite in gioielleria a +18,7%, ma cresce anche l’inflazione

Usa, in un anno vendite in gioielleria cresciute del 18,7 per cento con un totale di spesa di 2,9 miliardi. Nel confronto febbraio 2011-febbraio 2012 il governo americano ha calcolato una significativa crescita per il segmento del dettaglio: per i primi due mesi di quest’anno, aumento medio del 13 per cento rispetto all’anno precedente, fino a quota, in valore, di 4,42 miliardi di dollari. Intanto, anche l’inflazione dei prezzi al consumo ha raggiunto livelli record con + 8 per cento a gennaio e +6 per cento a febbraio. Anche il mese di marzo ha portato il segno positivo nelle vendite, +6,5 al dettaglio e +3,7 percento nei grandi magazzini.  Il dato è dovuto, secondo la National Retail Federation (NRF), anche alla Pasqua piuttosto “bassa”: caduta l’8 aprile, ha sicuramente incentivato le vendite nelle settimane precedenti.

I consumatori hanno dimostrato la volontà e la capacità di spendere per acquistare articoli non primari, contribuendo ulteriormente a stimolare la crescita economica e le vendite al dettaglio nel primo trimestre del 2012 – ha detto il presidente di NRF Matthew Shay -. E mentre i rivenditori attenderanno la fine di questo mese per tirare le somme sullo shopping primaverile, è evidente che i consumatori stanno facendo i propri conti con l’aumento dei prezzi del gas e altre preoccupazioni economiche”. “Il tasso moderato di crescita al dettaglio – ha commentato l’economista capo della NRF, Jack Kleinhenz – ”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *