di


Uno “sconcerto” per la vita

Siamo in chiusura di giornale e il tempo non è più misurabile, ma siccome le cose belle vanno condivise (altrimenti sarebbe come tenere un gioiello nel cassetto)  rubo un istante al lavoro per suggerirvi di non perder “SCONCERTO”, l’ultimo lavoro teatrale del grande Toni Servillo.

Le recensioni non mancano, io posso solo dire: finalmente una boccata di ossigeno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *