di


Universi da sogno: Carlo Barberis, preziosi fuori dal coro

Mai ovvi, i gioielli Barberis sprigionano una impertinente stravaganza. Colorati e gioiosi sanno far mostra di una insolita armonica geometria, tendenzialmente futuristica. Orecchini, anelli, collane e bracciali che si propongono come esplosioni di fervide fantasie, giochi di colori e di contrasti, di smalti e di gemme preziose. Quando, poi, si combinano alla austerità dei diamanti si fanno monili indiscutibilmente chic, di quelli che sanno catturare lo sguardo, che incantano, che fanno parlare di sé.

È qui, a Valenza, nei laboratori della Barberis, che dal 1929 prendono forma universi da sogno, oggetti fuori dal coro della standardizzazione. Una incessante sperimentazione che sa di bello e di raffinatezza, che sa declinare un’arte ed un gusto tutti italiani apprezzatissimi nel mondo. Deliziose infinite interpretazioni nate dalla complicità della più sfrenata immaginazione.

Una visionaria armonia che sfiora appena la realtà, che travalica ogni canone stilistico. È un divertente e divertito lavoro fatto di classe e di capricci.
Ma tra morbide rotondità e tratti floreali, tra ali di farfalle e nuance che colano come lava cocente ammantando di allegria i preziosi metalli, la parola si interrompe in un rispettoso silenzio innanzi ad un mare di brillanti che si rincorre tra tenere sinuosità e graziose virgole. Sono capolavori che rimandano la memoria alla eleganza più raffinata e più pura. Un classico atemporale e sobrio nelle sue complessità.

Circus, Kimono, Leaves, Sombreros, Happy Flowers, Mine, Paisley, Bouquet, Bubbles, Capriccio, Ramage, Ritmo… e tante e tante ancora, collezioni diverse per momenti diversi, espressioni di altissima oreficeria dal perfetto equilibrio di importanti volumi. Pregiati ritratti carichi di femminilità.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *