di


Unionfiliere, COMITATO FILIERA ORO per la valorizzazione del Made in Italy

Non è più un’organizzazione a sé stante, ma da circa due mesi Assicor, associazione intercamerale di coordinamento per lo sviluppo produttivo dell’oreficeria, argenteria e affini istituita nel 1985, si è trasformata nel “Comitato Filiera Oro” nell’ambito di Unionfiliere, neonata associazione che riunisce il comparto orafo e quello moda, dal 2005 rappresentato dalla Itf – Italian Textile Fashion.

Con la fusione di questi due organismi in una sola struttura, quella di Unionfiliere, ci si pone l’obiettivo di valorizzare le filiere del ”Made in Italy”: a parte le due già individuate, potranno in futuro aggiungersene altre. Nuovo statuto, dunque, nuovo il presidente (nominato l’imprenditore Giuseppe Corrado, presidente della sezione orafi di Confindustria Vicenza) e nuovo il relativo ufficio di presidenza, composto da rappresentanti del comparto per le Camere di Commercio dei vari distretti della filiera orafa italiana: Dario Bossi (per la Camera di Commercio di Milano), Licia Mattioli (CCCIAA Alessandria/Torino), Giuseppe Aquilino (CCCIAA Bari), Marco Tiranti (CCCIAA Ancora), Paolo Paolillo (CCCIAA Roma). Per Caserta non è stato ancora designato il delegato e sarà necessario attendere la prima decade di ottobre per stilare l’elenco formale degli obiettivi del Comitato. «Ci auguriamo che questa struttura possa meglio promuovere la filiera dell’oro – commenta Aquilino, presidente della Federazione Nazionale Dettaglianti Orafi Confcommercio -. L’esigenza di una riformulazione è stata necessaria perché, in passato, i rappresentanti delle Camere di Commercio che confluivano in Assicor non appartenevano al nostro settore. Con questa scelta sono gli stessi attori della filiera a promuoverne le attività».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *