di


Una donna al vertice di Boucheron

Hélène Poulit-Duquesne è il nuovo amministratore delegato della maison. Nuove nomine anche in Tiffany: Galtié vicepresidente internazionale

Hélène Poulit-Duquesne

Una donna al vertice di BoucheronHélène Poulit-Duquesne (in foto) è stata nominata amministratore delegato, con effetto dal 28 settembre. Riporterà direttamente a Albert Bensoussan, Ceo della divisione Orologi e gioielli di lusso di Kering, di cui la maison fa parte. Hélène Poulit-Duquesne è stata direttore del Business internazionale e sviluppo clienti nonché membro del Comitato Esecutivo di Cartier International.

Come amministratore di Boucheron, il suo ruolo sarà quello di perseguire lo sviluppo del marchio a livello internazionale e di rafforzare la sua posizione tra le più prestigiose case di alta gioielleria in tutto il mondo. “Sono lieto di dare il benvenuto a Hélène Poulit-Duquesne in Boucheron e nel Gruppo Kering – ha detto Bensoussan – . Sono convinto che la sua esperienza nello sviluppo internazionale e la sua vasta conoscenza dei settori della gioielleria e dell’orologeria sarà di grande beneficio per Boucheron nella sua dimensione internazionale”.

Poulit-Duquesne, francese, ha iniziato la sua carriera nel gruppo LVMH. Nel 1998, si è unita a Cartier International (Gruppo Richemont), dove ha acquisito una crescente responsabilità nel marketing e nello sviluppo del business nel settore dell’orologeria. Nel 2010, è stata nominata Direttore Marketing Internazionale e membro del Comitato Esecutivo di Cartier (gioielli, orologi e accessori).

GaltièNuove nomine anche in Tiffany & Co., che ha scelto un altro ex di Cartier come vicepresidente Senior internazionale: l’incarico di Philippe Galtié, (in foto a sinistra), che ha maturato lunga esperienza nei mercati asiatici (Cina continentale, regioni dell’Asia pacifico ma anche nelle destinazioni Emea – Europa, Medio Oriente e Africa) diventerà effettivo dal 17 agosto.

“Oltre alla sua esperienza nei mercati internazionali – precisa Frédéric Cumenal, amministratore di Tiffany & Co. – Galtié porta nella società una profonda comprensione del panorama retail. Questa conoscenza avrà un impatto significativo sul management dei nostri piani strategici”. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *