di


Una delegazione cinese a confronto con l’industria diamantifera israeliana

L’estremo Oriente volge lo sguardo verso Israele: una delegazione di funzionari della Dac-Diamond Administration of China, insieme ad alcune agenzie connesse, ha fatto visita al Diamond Center di Israele per confrontarsi sull’esperienza nel settore diamantifero e cooperare per lo sviluppo del centro diamanti di Shangai.

Il gruppo si è riunito con Udi Sheintal, amministratore delegato dell’Israel Diamond Manufacturers Association (IsDMA), Motti Besser, direttore dell’ Israel Diamond Exchange, Shmuel Mordechai, Israel Diamond Controller, Nissim Palomo, Chief Marketing Officer dell’Israel Diamond Institute (IDI) e Sharon Gefen, direttore delle pubbliche relazioni dell’Idi.

La delegazione cinese, guidata dall’assistente alla presidenza del Dac Zhang Bin e composta dal vicedirettore Ji Guang Yu, dal vice commissario e dal vice direttore doganale di Pudong Wang Tiefeng e Liu Feng, e dal vice direttore dell’Ufficio Imposte di Shangai Cao Lu. Durante la visita, il gruppo ha visitato la sala trading dell’Israel Diamond Exchange (IDE), la più grande del mondo. Hanno anche visionato l’Ide Technology Center, l’Harry Oppenheimer Diamond Museum e gli uffici Idi.

Il capo delegazione Zhang Bin ha dichiarato che la rappresentanza ha deciso di visitare il paese dopo aver appreso delle “prestazioni eccezionali” del comparto israeliano dei diamanti. Lo scopo dell’incontro era quello di conoscere il funzionamento concreto dell’industria mediante un confronto diretto con gli attori principali: la Borsa, i produttori, il controller, l’Idi e le banche. Obiettivi primari, lo sviluppo e il potenziamento dello Shanghai Diamond Exchange Center, l’unico del paese asiatico.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *