di


Un nuovo progetto e un ciclo di incontri per gioielli di vetro

Collana popoli del mondo. Mazzucco Romano (1950)

Il progetto nasce dal dipartimento di Design della Moda del Politecnico di Milano  diretto da Alba Cappellieri, particolarmente attenta alle evoluzioni all’interno del panorama del Gioiello Contemporaneo.
L’iniziativa ha lo scopo di avvicinare gli studenti di design e design del gioiello alla conoscenza del vetro come prodotto pregiato e tipico della tradizione Made in Italy e importanti nel gioiello contemporaneo, promuovendo la ricerca e la realizzazione di gioielli in vetro contemporanei.

Sezione canne di vetro. Ercole Moretti

I gioielli realizzati saranno selezionati da una giuria scientifica e verranno promossi per dare  visibilità ai giovani creativi.

Tre incontri di formazione, a cura della storica del gioiello Bianca Cappello – il primo mercoledì 30 ottobre presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze –  per approfondire, grazie ad interventi di professionisti ed esperti (tra cui Augusto Panini e Giorgio Teruzzi), la storia e l’estetica delle perle di vetro e dei i gioielli di vetro che verranno presentati agli studenti nelle città di Firenze, Milano e Venezia.
Parallelo al progetto universitario, il Liceo Artistico Michelangelo Guggheneim di Venezia e Mestre, coordinato dalla designer Barbara Paganin, porterà gli studenti alla conoscenza del vetro e alla realizzazione di progetti attorno al gioiello di vetro.

Il vetro è un materiale magico, fragile, colorato e duttile; trasparente o opaco, lucido o ruvido, le sue capacità camaleontiche e metamorfiche lo hanno reso, fino dalla remota antichità, un elemento privilegiato per la realizzazione di gioielli.

“La passione per lo studio dei gioielli in vetro è nata qualche anno fa quando mia nonna mi ha regalato una sua divertentissima collana, comprata a Tripoli nel 1952. Da lì un interesse crescente, un’indagine che, partita da una curiosità affettiva e sentimentale, mi ha dischiuso le porte di un mondo affascinante e ancora poco conosciuto. La conoscenza e la disponibilità di esperti come Augusto Panini (autore di Perle di Vetro Mediorientali e Veneziane, ed. Skira), Giorgio Teruzzi (coordinatore della Compagnia delle Perle presso il Museo di Storia Naturale di Milano), e di tante splendide persone protagoniste attive nella perpetuazione dello studio e della lavorazione del vetro a Murano e Venezia, ha incrementato la mia ricerca ed il desiderio di divulgare questo splendido argomento” – dichiara Bianca Cappello storica del gioiello – “La speciale lungimiranza e la grande professionalità di Alba Cappellieri, direttore del dipartimento di Fashion Design del Politecnico di Milano e massima esperta di Gioiello in Italia, hanno concretizzato la possibilità di strutturare questo  progetto, il primo in Italia, in grado di coinvolgere l’entusiasmo di Accademia di Belle Arti di Firenze, con la supervisione di Angela Nocentini ed Edoardo Malagigi, e Accademia di Belle Arti di Venezia, all’interno del corso di Roberto Zanon. La passione e l’attività all’interno di questo universo creativo, ha reso possibile il coinvolgimento della designer Barbara Paganin che coordina, in un progetto collaterale, i giovani studenti del Liceo Artistico Michelangelo Guggheneim di Venezia e Mestre”.

 

Promosso dal Dipartimento di Design della Moda Politecnico di Milano
diretto da: Alba Cappellieri

Coordinamento di: Bianca Cappello

In collaborazione con:
Accademia di Belle Arti di Firenze (Angela Nocentini e Edoardo Malagigi),
Accademia di Belle Arti di Venezia (Roberto Zanon).

Advisors: Ercole Moretti, Costantini Glass Beads, SUV Glass Beads

Progetto collaterale in collaborazione con: Liceo Artistico Michelangelo

Guggenheim di Mestre e Venezia con il coordinamento e supervisione di Barbara Paganin

Info e contatti:
Bianca Cappello
[email protected]

mob. +39 3381551730


1 commento

  1. Una bellissima iniziativa, solamente per gli studenti?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *