di


Un fiorire di furti e Compro Oro: sarà una coincidenza…

 Chi di mestiere fa il ladro, ovviamente si preoccupa di organizzare il “prima” e il “durante” di ogni colpo ma certo non può trascurare il “dopo”. Avrebbe poco senso, infatti, correre il rischio di un arresto e di una condanna per rubare, mettiamo, qualche chilo d’oro e non avere pronta una persona  o una società (magari onorata) alla quale consegnare il bottino in cambio di un’adeguata quantità di denaro. Insomma: quando non è possibile rubare contante, si ruba ciò che ha un mercato, meglio se è un mercato fiorente.

Esempio. Un po’ in tutta Italia – ma soprattutto a Vicenza e ad Arezzo, dove si è esibita una banda citata perfino dal londinese Times per la notevole professionalità – è tutto un fiorire di furti riusciti o almeno tentati ai danni di aziende orafe. D’accordo, l’oro e l’argento hanno un prezzo sempre più elevato; ma se non ci fosse un mercato pronto a pagarlo, questo prezzo, forse la frequenza e la dimensione dei… prelievi forzati resterebbero su livelli fisiologici. E invece siamo proprio al patologico. Da cosa dipende?

Le risposte possono essere tante, naturalmente. Ma gli orafi italiani ne hanno una bella pronta: ci sarà pure un perché a spiegare l’apertura di centinaia (qualcuno dice migliaia) di negozi Compro Oro, la cui attività non è regolata da una legge ad hoc. Francamente, è facile immaginare che non si tratti proprio di una pura coincidenza, anche se nemmeno la diffusione di questi punti d’acquisto in contanti basta a giustificare le vere e proprie razzie che stanno avvenendo nei principali centri di produzione orafa. I fabbricanti veneti e toscani, in particolare, sono esasperati, al punto da minacciare chiusure e licenziamenti. Per tirarsi su viene riutilizzata perfino una battuta datatissima: i ladri sono l’unica categoria che ancora apprezza l’oro. Se almeno ”facessero moda”…


5 commenti

  1. Anopo says:

    E’ buffo sentirvi “strepitare ” sul fenomeno dei ” COMPRO ORO” . Poi quando vi scriviamo , oppure v’invitiamo a conferenze stampa non lo pubblicate. Fortunatamente abbiamo tutte le stampe delle volte che abbiamo tentato di pubblicare qualche cosa sui vostri blog !
    Ma davvero pensate di essere migliori dei compro oro ??


    • Gianni Roggini says:

      Temo che l’anonimo rappresentante di ANOPO faccia un po’ di confusione, rivolgendosi ai dettaglianti orafi e a “Preziosa”anziché all’umile sottoscritto, unico titolare e responsabile della rubrica “Il Crogiolo”. Fra l’altro, avendo esordito con il mio blog all’inizio di Febbraio, non ho neanche avuto il tempo di ricevere una qualsiasi comunicazione da ANOPO, associazione della quale ignoro tutto. Immagino che dovrò saperne di più. Questo non vuol dire che, qualora ricevessi informazioni e inviti, mi sentirei obbligato a pubblicarle o ad aderire. Al momento, certe cose si fanno per scelta e non per forza. Un cordiale saluto.
      Gianni Roggini


  2. Anopo says:

    Sig.Roggini buona Pasqua ,

    Noi ci siamo rivolti a tutti voi di Preziosa , ricevendo sempre un “picche” . Avete attaccato la nostra attivita’ , facendo trasparire dai vostri titoli che siamo dei ladri ricettatori ! Ma che scherzate??
    Ci fa specie che diciate di non essere presente una legge ad hoc! Perché la Legge 7/2000 cos’e ? Da sola basterebbe a dare un importante freno a questo mestiere .
    Le facciamo una domanda : chi e’ la” societa’ onorata” di cui fa cenno nel suo post ? Perché se la conosce dovrebbe segnalarla alla procura , diversamente si renderebbe partecipe di un delitto .
    Le facciamo un’altra domanda : secondo Lei , visto l’enorme numero di compro oro e , sottolineiamo anche gioiellerie , che ormai non fanno altro che EROGARE DANARO CONTANTE in cambio di oggetti preziosi e oro , non le viene il dubbio che molto probabilmente in passato , la categoria dei dettaglianti abbia venduto tonnellate e tonnellate di preziosi ,magari senza tanti scontrini???

    Non c’e ne voglia , ma siamo molto arrabbiati


  3. Gianni Roggini says:

    Gentile Signor ANOPO, mi spiace che siate (lei e chi?) “molto arrabbiati”, anche se sinceramente non mi attribuisco grandi colpe al riguardo. Forse, la consolerà sapere che anch’io sono un po’ irritato perché in tutta evidenza lei mi considera un pesce-pollo, uno di quei pesci creduloni, pronti ad abboccare a qualsiasi esca e perciò considerati dai pescatori facili prede. Davvero, signor ANOPO, pensava di farmi mancare il fiato con il minaccioso discorsetto sull’onorata società? Per inciso: rilegga bene quello che ho scritto, perché o non ha capito o ha fatto finta di non capire.
    Mi creda, signor ANOPO: mi occupo di informazione da cinquant’anni e sono in grado di riconoscere “a prima vista” i simpatici furbacchioni che pensano di conquistare spazio sulla stampa (la famosa visibilità) attaccando questo o quel giornalista, questa o quella categoria economica con provocazioni che nel suo caso – vorrà perdonarmi la franchezza – non sono proprio sconvolgenti e somigliano tanto a boomerang.
    Se per caso contava di garantirsi una tribuna su “Preziosa“ con simili espedienti, le consiglierei una serena rinuncia. Però, mi permetta un suggerimento: eviti di firmare i suoi interventi con un acronimo, è molto più semplice usare il nome e il cognome. Così, i lettori sanno con chi hanno a che fare senza perder tempo in ricerche.


  4. Anopo says:

    Sig Roggini continua a non rispondere alle domande ..ma poco importa… Non c’interesse Preziosa, chi e’ Preziosa ?..
    Lei infatti non ha nessuna colpa, tranne quella del senso del suo articolo ,il quale e’ molto chiaro : UN FIORIRE DI FURTI E COMPRO ORO … Come dire ci sono tanti furti perché ci sono i COMPRO ORO !
    E le gioiellerie ?? Loro cosa sono dei santi ? Tutte le gioiellerie che hanno fuori le insegne di compro oro ?
    Non la consideriamo un pesce pollo , ci spiace se Lei si ritienga tale , e non le volevamo nemmeno togliere il fiato con la ” societa’ onorata ” , ma dal momento che l’ha detto dovrebbe almeno farne il nome . E brutto lasciare il dubbio , non trova ?
    Non dubitiamo dei suoi 50 anni ( avra’ iniziato molto giovane ) d’informazione non ha pero’ capito chi , come noi , non vuole visibilita’ , ma al contrario , un mercato pulito e rispettoso delle Leggi italiane . Sono più “furbacchioni” i compro oro o le gioiellerie ?
    Ripeto , non c’interesse la “tribuna ” su Preziosa … C’interessa il rispetto !
    E mi creda , noi verso di Lei ne abbiamo molto , anche se Lei non ci credera’ .


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *