di


Tutto pronto per OroArezzo: da domani via alla 35esima edizione con 500 aziende

Fino all’8 aprile il Salone internazionale di Arezzo Fiere e Congressi mette insieme business, esposizioni e premi. Taglio del nastro con il ministro Boschi

Da domani all’8 aprile al via la 35esima edizione di OroArezzo, salone internazionale dedicato all’oreficeria, gioielleria e argenteria, l’evento dove sono grandi protagonisti il made in Italy e il made in Tuscany dell’oro e del gioiello. “Questo è un evento che coinvolge tutta la città, non solo un settore – sottolinea Andrea Boldi, presidente di Arezzo Fiere e Congressi (a sinistra nella foto in alto, durante la presentazione della rassegna, insieme a Beppe Angiolini, art director di OroArezzo) -. Abbiamo voluto ridare dignità alla nostra sede espositiva, che ora si presenta rinnovata e con una nuova immagine più attuale. OroArezzo sta crescendo in termini di espositori del 15%, tanto che non abbiamo più spazi disponibili. Sono presenti circa 500 aziende in rappresentanza di tutti i distretti italiani, 280 buyer da ogni paese del mondo, e all’inaugurazione sarà presente il ministro Maria Elena Boschi, segno di grande attenzione per questo evento e per l’importanza che riveste per il nostro territorio”.

L’atmosfera improntata alla novità si avverte già dall’impatto visivo: all’ingresso della fiera è stata infatti collocata una struttura appositamente ideata ed allestita, Gold Up/future, che richiama la forma del lingotto ed accoglie una selezione di gioielli della Collezione Oro D’Autore. Si tratta delle preziose ed esclusive creazioni di 28 stilisti, artisti e designer, tra cui Versace, Giorgio Armani, Dolce e Gabbana, Etro, Moschino, Giò Pomodoro, Ettore Sottsass, Salvatore Fiume, Enrico Baj, Dario Fo, realizzati da aziende storiche che espongono ad OroArezzo.

“Ho respirato grande energia durante i preparativi della manifestazione, ho visto tutte le persone coinvolte collaborative e interessate – afferma Beppe Angiolini, art director di OroArezzo e Presidente Camera Italiana Buyer della Moda -. Occorre dare a questa fiera un’immagine raffinata e internazionale, bisogna pensare con rinnovato ottimismo al futuro, a quello che abbiamo davanti. Ma ho visto tutti i protagonisti fare sistema e questo è un ottimo segnale”.

Il distretto orafo di Arezzo ha registrato, nel 2013, un incremento delle esportazioni del 21,47% rispetto al 2012, raggiungendo circa il 35% del totale delle esportazioni italiane di oreficeria. “Banca Etruria, Istituto di Credito leader nell’intermediazione del metallo giallo, mantiene vivo il sostegno al settore orafo e ad OroArezzo – dichiara il Direttore Territoriale dell’Istituto, Luca Scassellati -. Negli ultimi mesi, abbiamo incrementato le esposizioni in oro di circa il 10% e continuato a sviluppare prodotti e servizi evoluti in grado di agevolare le relazioni commerciali tra le aziende di produzione e i principali buyers internazionali”.

OroArezzo quest’anno si lega ancora di più alla città grazie all’organizzazione, a cura di Confcommercio Arezzo, nella serata di sabato 5 aprile, della Gold Night, con eventi e intrattenimenti musicali nelle vie del centro storico: grazie ad una speciale Gold Card i buyer, gli espositori e i giornalisti accreditati hanno l’opportunità di ottenere sconti negli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *