di


Tutto pronto per il Grand Prix d'Horlogerie de Genève

Il 29 ottobre i 72 modelli finalisti, in questi mesi in viaggio in tutto il mondo, affronteranno la cerimonia ufficiale della quindicesima edizione del premio

GPHG 2015

In attesa della cerimonia ufficiale in calendario tra due settimane, i 72 orologi finalisti dell’edizione 2015 del Grand Prix d’Horlogerie de Genève hanno quasi terminato il giro del mondo dopo le esposizioni a Hong Kong e Seoul, tra poco a Dubai (ma alcune tappe della mostra seguiranno la premiazione, come Londra, dal 12 al 14 novembre). Alla sua 15esima edizione, con 19 premi il Grand Prix d’Horlogerie de Genève si svolgerà il 29 ottobre al Grand Théâtre de Genève.

A differenza di altri premi per i quali membri della giuria sono di solito in grado di valutare solo gli orologi in gara, il Grand Prix d’Horlogerie de Genève è “aperto a tutte le marche di orologi, senza distinzione di nazionalità”, come previsto nel regolamento. Per partecipare, è necessario solo inviare la candidatura, che può includere fino a sei orologi di  diverse categorie. Centonovantatre i modelli proposti quest’anno, tra cui la giuria ha selezionato i 72 finalisti.

Uomo, donna, complicazioni meccaniche e raffinato artigianato: in aggiunta a queste categorie, si aggiungono quella sulla rivelazione dell’anno (marchio o orologio), stile vintage e miglior studente, per non parlare del premio del pubblico e, il più alto riconoscimento, L’Aiguille d’Or, che incorona “il miglior orologio in assoluto“, tra tutte le categorie.

Lo scopo della manifestazione è quello di contribuire alla promozione dell’orologeria svizzera e dei suoi valori in tutto il mondo. Insieme al Salon intenational de Haute Horlogerie che terrà la sua 26esima edizione a gennaio 2016, il GPHG contribuisce al posizionamento di Ginevra come importante centro di misurazione del tempo, non solo come centro di eccellenza e produzione, ma anche come luogo di eventi in grado di diffondere lo spirito della nazione.

Tante le new entry tra i giurati, tra cui Marc A. Hayek, che ha guidato i destini di Blancpain, Breguet e Jaquet Droz all’interno dello Swatch Group, e Ludwig Oechslin, ex curatore del MIH e designer di orologi astronomici d’eccezione. Per conoscere la lista dei 72 finalisti, è possibile collegarsi al link: http://www.gphg.org/watches/fr/grand-prix-dhorlogerie-de-geneve/2015/PRE.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *