di


“Tributo a Rosa Genoni”, una donna alla conquista del ‘900

In occasione dei 150 anni dalla nascita, presso l’Archivio di Stato di Milano va in scena la mostra dedicata a Rosa Genoni, una delle figure italiane più autorevoli del secolo scorso, pioniera della moda italiana, artefice di pace e umanità. L’evento, che racconta di una donna audace, capace e decisa a non sottostare a un destino di povertà, si sviluppa tra cimeli, bozzetti, abiti, documenti inediti, lettere, foto e pagine d’epoca, articoli e libri messi a disposizione dall’Archivio Genoni Podreider, l’Archivio di Stato di Milano, Fondazione Anna Kuliscioff, Società Umanitaria e Associazione Culturale Profumo di Milano.

ornella bijoux per la mostra tributo a rosa genoni
Rosa Genoni

ornella bijouxPer l’esposizione, Maria Vittoria Albani Scala (a sx), in arte Ornella Bijoux, icona del bijoux made in Italy, ha creato un’esclusiva collana artigianale con sei sezioni di tubi avorio di differenti misure, con turchesi, corallo e conteria veneziana. In puro “Stile Genoni”, il pezzo unico impreziosisce l’abito ortica inedito ispirato alla Kalasiris egizia in tessuto naturale 100%, fatto ad arte partendo dai cartamodelli e dalle descrizioni presenti nel libro scritto da Rosa Genoni (1867-1954) nel 1909 intitolato “Per una moda italiana: modelli, saggi, schizzi di abbigliamento femminile, 1906-1909” e realizzato per l’occasione da un’allieva dell’Istituto Secoli di Milano.

ornella bijoux per la mostra tributo a rosa genoni
Collana Ornella Bijoux

“L’esposizione – spiega Elisabetta Invernici, ideatrice dell’intero progetto e curatrice della sezione moda – vuole raccontare attraverso la testimonianza di Rosa Genoni come l’esperienza ideativa, il concetto di filiera e l’eco-sostenibilità debbano convivere nella produzione di moda. E come la moda sia forma di comunicazione tra le più accreditate a veicolare valori artistici e morali. Un percorso narrativo, emotivo e inclusivo che consente una lettura a più livelli, nel corso del quale rimbalzano significati come: bello, etica, ricerca, identità e dove l’elemento femminile fa la differenza per quel tocco sentimentale che tutto pervade”.

“Dare un’anima a un manichino facendone una flessuosa opera artistica – spiega il fondatore Silvano Besana tuttora presente in azienda – è il frutto di una viscerale passione per arte e bellezza, design, artigianalità, comunicazione, sensibilità per l’ambiente, multiculturalità trasversale”.

La mostra è suddivisa in due parti: Sezione Moda (per la prima volta saranno esposti alcuni dei 600 campioni tessili e prove di ricamo che Rosa Genoni collezionò per 25 anni progettando la nascita di un museo di arti decorative a Milano, come centro studi per giovani creativi). Sezione Storica “Impegno politico e sociale di Rosa Genoni”.

www.ornellabijoux.com

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *