di


Trattamento del pellame, Swatch Group rafforza i controlli

La divisione Feps (Servizio concessionario per l’Estremo Oriente) di Swatch Group ha dato il via ad una serie di controlli sulla provenienza dei pellami, utilizzati soprattutto per i cinturini, dopo aver assistito ad uno scioccante video trasmesso sulla tv svizzera SF1. In caso di dubbia origine, partiranno le ispezioni in loco.

Con la divisione Feps Swatch Group ha sempre mantenuto un gruppo di controllo il cui compito è quello di monitorare, a intervalli regolari, tutti i fornitori della società (a partire dagli imballaggi fino agli accessori), per assicurarsi che siano conformi ai requisiti imposti dal gruppo. Tra questi, l’esclusione del lavoro minorile, le condizioni sociali ed ambientali delle relative società, il trattamento e l’acquisto degli animali da parte dei fornitori di pellame e delle loro fonti locali.

Swatch Group fa sapere, comunque, che i pellami esotici costituiscono solo una piccola fetta delle pelli utilizzate dal gruppo, dal momento che il quasi 100% proviene da allevatori americani di animali controllati.

In apertura, un’immagine tratta dalla trasmissione “Shockierenden Fakten”, Rundschau, della tv svizzera SF1. © SF1


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *