di


“Trapani in un gioiello”, un concorso per far rivivere l’antica tradizione del corallo

Aperto ad allievi delle scuole scuole secondarie di primo grado della provincia, con il patrocinio di Federpreziosi. Gli studenti del Liceo del Design realizzeranno il progetto vincitore

Sarà presentato domani durante una conferenza stampa in calendario alle 10,30 presso il laboratorio della Scuola di Design di Trapani il Concorso “Trapani in un gioiello”: ai giovani partecipanti verrà chiesto di far rivivere il patrimonio dell’antica tradizione locale. Il progetto – che ha ambito provinciale – è stato voluto da Associazione Provinciale Orafi di Trapani (guidata da Danilo Gianformaggio), Scuola del Design del Corallo e Museo Pepoli di Trapani, soggetti che già da qualche tempo collaborano per ridare lustro al glorioso passato fatto di coralli e gioielli in corallo.

Il concorso gode del patrocinio della Provincia e della Camera di Commercio Trapanesi nonché di Federpreziosi Confcommercio Imprese per l’Italia (Federazione Nazionale delle Imprese Orafe Gioielliere Argentiere Orologiaie). Obiettivo del contest è quello di “attualizzare” quella che è non solo una caratteristica ma anche una preziosa risorsa della città di Trapani, basandosi su di un passato di artigianato artistico che è fortemente compenetrato nella storia del territorio.

In questo contesto sono i giovanissimi i soggetti più adatti a mescolare tradizione e contemporaneità, grazie al punto di vista privilegiato sull’attualità e sulle nuove espressioni di una storia antica. Il concorso è rivolto alle scuole secondarie di primo grado della provincia di Trapani e prevede la partecipazione sia individuale sia in gruppi.

Prendendo spunto dalla realtà paesaggistica e sociale del territorio (mare, corallo, saline, prodotti tipici), gli allievi delle scuole medie potranno  realizzare elaborati grafici, pittorici o grafico-pittorici ispirandosi all’osservazione critica della realtà del proprio territorio; realizzare gli elaborati con libertà di tecnica (pittura acrilica, ad olio, a matita, ecc.); interpretare gli elaborati con libertà di stile (figurativo, realistico, astratto, ecc.). Dopo una prima selezione da parte della commissione – composta da operatori orafi, rappresentanti delle associazioni di categoria, esponenti della stampa specializzata, della cultura, dello spettacolo – i lavori scelti saranno rielaborati dagli allievi del Liceo Artistico del Design del Corallo ai quali spetterà il compito di progettare un monile originale e realizzare in laboratorio il prototipo progettato.

Quattro i premi in palio che verranno assegnati tenendo conto di: originalità, equilibrio compositivo, esecuzione tecnica. Inoltre, i primi quattro riceveranno una targa e una pubblicazione, mentre ad ogni partecipante verrà consegnato un diploma di partecipazione unitamente al progetto esecutivo del monile. La consegna avverrà nel corso della manifestazione “Giovani Corallai” che si terrà nel Giugno 2013 presso il Museo Interdisciplinare Agostino Pepoli di Trapani .

La selezione dei disegni realizzati dagli allievi delle scuole medie sarà presentata, insieme ai progetti e ai monili realizzati dagli allievi del Liceo Artistico del Corallo, alla manifestazione “Siciliamo Expo 2013” e successivamente sarà in mostra presso il Museo Agostino Pepoli di Trapani.

Nella foto in alto, un particolare del Paliotto d’altare (Corallo, fili di seta policromi, granatine, Manifattura messinese della prima metà sec. XVII) conservato al Museo Pepoli di Trapani


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *