di


Tiffany e i suoi 175 anni, il diamante giallo montato su un collier in platino

Proseguono le iniziative di Tiffany & Co. per festeggiare i 175 anni dalla fondazione dell’iconico marchio. Entrato nell’immaginario collettivo anche grazie al film “Colazione da Tiffany” con Audrey Hepburn (1961), che descrive lo storico negozio newyorchese come il luogo “in cui non può accadere niente di brutto”, il brand aggiunge alla collezione in edizione limitata “Tiffany 1837”, presentata un mese e mezzo fa anche a Milano (gioielli Rubedo, in una lega metallica rosea molto resistente e leggera che riportano la firma del fondatore), anche una nuova veste per il simbolico diamante Tiffany, estratto nelle miniere di Kimberley nel 1877.

Centoventotto carati (287,42 la pietra grezza) per un diamante giallo ancora oggi tra i più grandi al mondo: la pietra fu originariamente tagliata con 82 sfaccettature dal gemmologo capo di Tiffany, George Frederick Kunz. Oggi Tiffany & Co., 7mila dipendenti in tutto il mondo e un fatturato superiore ai 2,6 miliardi di dollari (la settimana scorsa la Qatar Holding ha acquistato il 5,19 per cento delle azioni del brand di lusso, diventando primo azionista dopo Vanguard, secondo con il 5,17 per cento anche se un portavoce della società ha detto di aver appreso dell’operazione solo in seguito alla comunicazione della Securities & Exchange Commission), ripropone una montatura del tutto nuova per il diamante. Il diamante giallo appare oggi in un collier con montatura in platino e 120 carati di diamanti bianchi di cui 58 taglio brillante e 20 Lucida ® (oltre un anno è stato necessario alla realizzazione), e sarà in giro per il mondo (Dubai, Pechino e Tokyo) prima di fare ritorno a New York.

I designer di Tiffany hanno presentato concept innovativi per il nuovo setting: tagliate a mano tutte le pietre per creare un gioiello dal design fluido. Il ‘ripristino’ dell’iconica pietra – ha spiegato Jon King, vice presidente esecutivo di Tiffany & Co – rappresenta un impegno per il futuro e l’innovazione di design. Questo diamante è la gemma più importante del mondo e onora la visione del nostro fondatore. La pietra è stata montata in quattro occasioni (la prima per il film con la Hepburn), due delle quali attraverso i disegni originali di Jean Schlumberger, noto designer dei gioielli Tiffany. Dopo i festeggiamenti per il 175esimo anniversario tornerà al suo posto d’onore nel negozio Tiffany sulla Fifth Avenue a Manhattan.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *