di


The New Vision of Beauty

Così come nella Haute Couture l’eccentricità sa trasformarsi in eleganza, offrendo spunti insoliti ma di grande slancio creativo ed emozionale, così nell’Haute Joaillerie la voglia di creatività si spinge oltre i consueti confini raggiungendo l’impossibile, con quella giusta dose di coraggio grazie alla quale mantiene viva un’aura di inarrivabilità.

Sono belli, anzi bellissimi e forse impossibili, perché i gioielli che rientrano in questa sfera di alto di gamma eccezionale, per un circuito principalmente privato, si fa quasi fatica a definirli jewels.

Sono opere d’arte, micro sculture di rara intensità, e nascono per mano di sapienti designer che oserei definire ‘one man show’.

6
Giampiero Bodino

La perfezione dell’inaspettato è la linea guida dell’immaginario poetico di Giampiero Bodino (1). Un universo di incredibile suggestione la cui filosofia è sempre connessa alla sfera del bello e del sensibile, del particolare e dell’individuale.

Giampiero Bodino
Giampiero Bodino

Un’esplosione di anelli, che consacrano la cifra stilistica del designer, nati come forma perfetta, in cui vincono i diamanti, bianchi e gialli, rose cut e pear-shaped, gli zaffiri blu, in versione pavé, e le forme floreali e quelle mitologiche.

Lorenz Bäumer
Lorenz Bäumer
Lorenz Bäumer
Lorenz Bäumer

Un concetto di preziosità che invece Lorenz Bäumer (2) comunica con l’energia del colore, delle tormaline verdi, rosa e brassy, gli spinelli, i peridoti, le tzavoriti, il calcedonio e la turchese, tenute insieme dal calore dell’oro rosa e dal rigore del bianco.

Glenn Spiro
Glenn Spiro

Si approda a una dimensione di vera opulenza, quasi barocca, fatta di contrasti ed esplosioni azzardate davanti alle sontuose elaborazioni di Glenn Spiro (3), Wallace Chan (4) e di Simone Jewels (5).

Glenn Spiro
Glenn Spiro

Il primo per la raffinatezza delle sue manchette in oro e turchese, gli anelli intarsiati, gli orecchini a lobo con petali di perla e smeraldo.

Wallace Chan
Wallace Chan

Wallace Chan con la sua geniale magnificenza, comunica il volto più contemporary e artigianale dell’alta gioielleria preferendo il titanio all’oro e giocando con le carature di diamanti e rubini, le sfumature degli zaffiri rosa e orange, le ametiste e il cristallo di rocca.

Simone Jewels
Simone Jewels

Simone Jewels da Singapore punta tutto sul colore delle pietre e sulla loro rarità con la nuova collezione ‘One Thousand and One Tale’, una serie di pezzi unici che si ispirano alle leggende di Aladino, Sinbad, Ali-Baba, in un caleidoscopio di magia, mistero e amore che traslati in un book of stones si traducono in zaffiri cabochon, adularia, corallo, diamanti e un design iper decorativo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *