di


“The Kennedy Years”, Tiffany & Co. partner della mostra

È nata il 28 luglio del 1929 a Southampton per diventare un’icona di stile e di eleganza per il mondo intero. Si chiama Jacqueline Lee Bouvier.


JFK e Jackie in barca, Hyannis Port_photo Cecil Stoughton-min


È una bella, ricca e intraprendente ragazza della borghesia newyorkese. In qualità di giornalista e fotografa per il Washington Times ha l’opportunità di conoscere gli uomini più influenti dell’epoca: tra loro il senatore del Massachussetts John Fitzgerald Kennedy che il 12 settembre del ’53, a 31 anni, Jacqueline sposerà nella St. Mary’s Church, alla presenza di 1200 gli invitati e di 300 giornalisti.


JFK Rocking Chair_photo Cecil Stoughton, JFK Library-min


La storia d’amore più intrigante che mai sia stata raccontata ha avuto inizio e intreccia le proprie radici con quelle della politica americana e mondiale quando suo marito batte Richard Nixon diventando lui il 35esimo Presidente degli Stati Uniti d’America e lei la più giovane First Lady. È il 1960 ma appena tre anni dopo JFK viene assassinato a Dallas. La giovane vedova il 20 ottobre del ’68 perde il cognome e asciuga le lacrime sposando in seconde nozze l’armatore greco Aristotele Onassis – che per lei ha abbandonato la divina Callas. Da ora in poi il mondo la conosce come Jeckie O, ma questa è un’altra storia.

Jacqueline Lee Bouvier è stata e rimane tutt’ora un’icona di stile. Alla sua femminilità Gucci dedicò una delle sue più famose borse, la “Jackie O”.


JACKIE_Tiffany & Co. Berry Brooch_photo Kennedy Dpa-min


In occasione del 65° anniversario di matrimonio – le loro nozze di platino mai festeggiate, arriva in Italia, all’Institut français di Milano, la mostra fotografica itinerante (Lisbona, Milano, Madrid, Barcellona, Porto, Antibes) “The Kennedy Years”. L’esposizione, curata dal fotografo Frédéric Lecomte-Dieu, uno dei più importanti biografi della famiglia presidenziale, è sostenuta da Tiffany & Co., Maison che vanta un legame molto forte con Jeckie e l’intera famiglia Kennedy: famosi i bracciali con smalto disegnati da Jean Schlumberger passati alla moda come i Jackie Braceletsla First Lady ne possedeva uno per ogni colore. Gli orecchini a clip Rope in oro giallo, perle Mabé e diamanti. La Berry Brooch, spilla in oro giallo, 37 diamanti e 80 rubini che John le regalò per la nascita del loro secondogenito, John Fitzgerald Jr, detto John-John nato dopo sua sorella Caroline – per la realizzazione di questo gioiello, che vuole rappresentare entrambi i loro figli utilizzando due preziose bacche di differenti dimensioni, il Presidente lavorò fianco a fianco del Chief Designer di Tiffany & Co..

Quella tra Jackie e Tiffany è stata un’intesa che è andata oltre i gioielli tant’è che Jackie firmò con John Loring, Design Director del brand al quale era legata da profonda amicizia, “The Tiffany Wedding”, un libro interamente dedicato al matrimonio. Oggi John Loring è Design Director Emeritus di Tiffany & Co.


John Jr saluta JFK_photo Cecil Stoughton-min


The Kennedy Years è un ritratto di famiglia ma non solo. È una lunga pagina di storia raccontata da 200 scatti, i più provenienti dagli archivi Kennedy, che saranno a Palazzo delle Stelline in Corso Magenta dal 13 settembre al 13 ottobre. L’inaugurazione, su invito, si terrà il 12 settembre in ricordo del giorno del loro matrimonio.

www.tiffany.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *