di


The Archduke Joseph Diamond. All’asta il 13 novembre da Christie’s

 

Acquistato dall’Arciduca Giuseppe Augusto d’Asburgo Lorena, principe di Ungheria, uno dei diamanti più belli del mondo, sarà messo all’asta il 13 novembre da Christie’s a Ginevra. Battezzato come il suo antico possessore, l’“Arciduca Giuseppe” potrebbe spuntare (secondo una stima dei periti della casa d’aste) tra i 15 ed i 20milioni di dollari.

Si tratta di una pietra eccezionale di 76 carati, classificata dal Gemological Institute of America di grado “D” e “internally flawless (senza alcuna imperfezione interna), due qualità che o rendono ancor più una gema rara.
Non è noto l’arrivo della pietra nelle mani dell’Arciduca (1872/1962), ma si ritiene che possa averla ereditata da suo padre, Giuseppe Carlo Luigi d’Austria o da sua madre Augusta Maria Luisa di Baviera (figlia del principe Leopoldo).
La prima data certa è quella del 1933, quando lo stesso arciduca la depositò a Budapest, alla presenza di tre funzionari ungheresi presso il “credito Generale di Ungheria”.
Tre anni dopo, per vicende anch’esse poco note, la pietra fu venduta ad un acquirente anonimo che la custodì in un caveau durante la seconda guerra mondiale.
Fino al 1961, del diamante non si seppe più nulla, fino a quando apparve fugacemente in un’asta londinese, dalla quale fu però ritirato per non aver raggiunto il valore stimato. Da allora è stato nuovamente avvolto dal mistero sulla sua collocazione e sul suo proprietario.

L’“Arciduca Giuseppe”, un diamante con taglio “rettangolare a cuscino”, proviene molto probabilmente da Golconda, una città (oggi ridotta in rovina) dell’India meridionale nei pressi di Hyderabad, nota sin dall’antichità proprio per i suoi giacimenti alluvionali di diamanti puri, da cui furono estratti anche i diamanti della Corona inglese. Non si conosce neppure la modalità con cui fu incastonato. Troppo grande per sormontare un anello, dovette probabilmente costituire il pendente di una collana o l’apice di una spilla.

 


1 commento

  1. […] tra i più belli del mondo (282,545 dollari a carato) si è discostata di poco, superandola, dalla stima dei periti della casa d’aste. Il nome dell’acquirente non è stato reso noto, ma il Golconda da oltre 76 carati ha […]


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *