di


“Tesori della Magna Grecia”, venti corone-ghirlanda di Cosimo Vinci in mostra a Taranto

7-rose

Il Museo Nazionale Archeologico MARTA di Taranto farà da cornice alle opere del poliedrico artista tarantino, Cosimo Vinci, dal 16 luglio al 21 agosto. In mostra venti corone-ghirlanda in oro, argento e ottone che si misurano con i tre capolavori aurei del II secolo a.C. in esposizione permanente presso il museo.

Venti opere come punto di partenza, secondo l’artista tarantino, per affrontare le sfide della moderna globalizzazione. La sua personale, infatti, si muove tra concetti opposti e consequenziali come moderno-antico, potere-sottomissione, una visione dissacratoria che rinnega l’autorità che questo oggetto da sempre porta con sé per trasformarlo in un accessorio trasgressivo ed elegante, quasi una provocazione a cui il designer affida il compito di stupire, riflettere. Così i tre reperti ellenici sono stati la fonte ispiratrice per queste creazioni, realizzate in collaborazione con la Sem-Ar di Arezzo azienda leader nel settore dei semilavorati preziosi, con l’ausilio della tecnica laser su lastra. La mostra, che vuole muoversi su un percorso itinerante attraverso le colonie dell’antica Grecia dell’Italia Meridionale, vuole coinvolgere tutti i sensi ricorrendo anche a musiche e ad essenze inedite create da una perfume designer come omaggio alle spezie del Mediterraneo.

Accompagneranno l’evento un testo critico curato da Claudio Franchi, storico e critico del gioiello antico e contemporaneo, e 19 ritratti fotografici (volti di una Magna Grecia ancora attuale e di introspezione psicologica) che intendono trasferire al pubblico un preciso messaggio: ognuno di noi è assoluto attore del proprio destino, potenziale vincitore di se stesso.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *