di


Teheran, Londra e Tianjin: i nuovi store di Morellato, Fabergé e De Beers

Tra le tendenze dell’ultimo biennio compare senza dubbio quella della cosiddetta “retailizzazione”, il diffondersi cioè di punti vendita al dettaglio dei brand nei paesi da loro ritenuti strategici.

Morellato, il marchio italiano di gioielli, ha scelto l’Iran, più precisamente Teheran, per inaugurare un nuovo showroom, nello shopping mall “Milad e Noor”, che sarà seguito a febbraio da un altro su Mirdamad Boulevard. Due novità una dietro l’altra anche per Fabergé, che è tornata al London’s Mayfair (al 14A di Graffon Street) ispirata ai toni del lilla e alle tecniche del guilloché e dello smalto che da sempre caratterizzano il brand.

Lo store londinese di Bond Street, luogo di incontro di grandi personalità, chiuse nel 1915: si era trasferito lì da Dover Street, quando aveva aperto nel 1906. Nella capitale britannica però le collezioni Fabergé sono disponibili anche agli Harrods di Knightsbridge e nella prossima primavera sarà aperto un nuovo punto al 694 di Madison Avenue a New York: intanto, dal 28 novembre al 30 dicembre, Fabergé ospiterà una preview stagionale su appuntamento.

Anche De Beers Diamonds Jewellery ha aperto pochi giorni fa un nuovo store, al The Friendship Mall a Tianjin in Cina. Dopo l’apertura della boutique a Beijing a maggio, il gruppo conferma l’interesse crescente verso l’Estremo Oriente con un negozio di 75 metri quadri inaugurato dall’amministratore delegato Francois Delage, dal presidente del De Beers Institute of Diamonds Andrew Coxon e special guest, l’attrice Karen Mok.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *