di


Tarì Mondo Prezioso, primo giorno tra artigiani e gioielli etnici

Taglio del nastro questa mattina con il presidente Giannotti e il sindaco di Marcianise Velardi.

Nel pomeriggio un flash mob con i gioielli di 10 aziende socie e al padiglione Rubino i maestri orafi dal vivo

Tarì_Taglio del nastro-min
Il taglio del nastro oggi: da sinistra, Vincenzo Giannotti, presidente de Il Tarì; Angela Letizia e Antonello Velardi, vicesindaco e sindaco di Marcianise

Si è appena concluso il primo giorno a Tarì Mondo Prezioso. La rassegna è stata inaugurata ufficialmente questa mattina: taglio del nastro con il presidente del Centro Orafo i Vincenzo Giannotti, Antonello Velardi e Angela Letizia, rispettivamente Sindaco e Vicesindaco di Marcianise. L’opening della manifestazione si è svolta nell’area denominata “Alla scoperta dei nostri Maestri  Artigiani” con le dimostrazioni di come si realizza un gioiello, grazie anche all’utilizzo delle nuove tecnologie orafo-argentiere.

Tarì_maestri artigiani-min
Un incastonatore al lavoro nell’area Artigiani al Padiglione Rubino

“Diamo il via formalmente alla fiera con grandi aspettative – ha commentato Giannotti – dal momento che si inizia a registrare, a livello globale, qualche miglioramento significativo per il settore. Anche quest’anno abbiamo molte delegazioni in arrivo dall’estero, da Malta, Spagna, Lituania e altri paesi. Ho fortemente voluto lo spazio dedicato agli artigiani soci del Tarì, che offrono una serie di servizi con grande maestria e competenza: dall’incastonatore al restauratore di argenti sacri, dal taglio delle pietre preziose al pulitore”.

“Il Tarì rappresenta un vero polmone per la città e l’intera area – ha detto il sindaco Velardi – non solo per l’importanza economica ma anche per l’immagine che contribuiscono a costruire. Il centro orafo e questa fiera sono un naturale marketing territoriale. Un rapporto già intenso, oggi ulteriormente rafforzato dalla riattivazione della Fondazione Tarì Marcianise, che si è riorganizzata e riparte con un nuovo presidente”. A guidare la Fondazione – di cui sono soci il Tarì, la Regione Campania e ora anche il Comune di Marcianise – è Antonio Garofalo, professore all’Università Parthenope di Napoli: due i filoni che riprenderanno quota a breve, quello della formazione e quello della promozione del territorio.

Tarì_Mostra T-Urban-min
La mostra T-Urban al padiglione Smeraldo

Business al via nei padiglioni Rubino e Smeraldo e nei moduli permanenti del Tarì: tra i focus di questa edizione, quelli sul gioiello da cerimonia con l’esposizione “Bridal Rings&Jewels: mostra di gioielli da cerimonia” all’interno della Hall Centrale. In esposizione i più preziosi ed importanti gioielli della nostra vita: anelli di fidanzamento, fedi, collier, bracciali, orecchini.

Tarì_Flash mob-min
Il flash mob tra musica e danza realizzato con l’Istituto Mattei e i gioielli di 10 soci del Tarì

Il gioiello etnico è stato invece il protagonista al padiglione Smeraldo con un flash mob : gioielli e turbanti indossati da dieci giovani modelle hanno ravvivato il pomeriggio a suon di musica e danza, grazie alla collaborazione con l’istituto E. Mattei di Caserta e una selezione di aziende socie de Il Tarì.

www.iltari.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *