di


Tarì Mondo Prezioso, business nel segno dell’internazionalità

Dal 2 al 5 maggio torna l’appuntamento con la fiera del Centro Orafo di Marcianise: in arrivo 45 operatori esteri grazie alla collaborazione con l’Ice

Dal 2 al 5 maggio torna l’appuntamento con Tarì Mondo Prezioso al Centro Orafo di Marcianise. Uno spazio per giovani designer e un incoming di 45 operatori provenienti da mercati interessati al prodotto made in Italy, organizzato in collaborazione con l’Italian Trade Agency, l’Agenzia per l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Tra gli espositori, alle 400 aziende stabilmente insediate si aggiungono le più rinomate case di gioielleria nazionali, distribuite su 9.500 mq di esposizione. Dal gioiello finito all’accessorio moda, dall’offerta di servizi artigianali alla consulenza gemmologica: buyer italiani e esteri troveranno al Tarì una gamma estesa di prodotti e servizi.

La scelta di guidare le aziende verso i mercati più adeguati alla loro produzione, che il Tarì persegue da anni, va di pari passo con quella dell’Ita (ex Ice) che anche quest’anno accompagna a Mondo Prezioso una delegazione di 45 operatori del settore gioielleria. Paesi europei, Usa, Canada, Medio Oriente e mercati asiatici: queste le aree di provenienza, giudicate tra le più interessanti per il comparto orafo. L’incoming, realizzato in collaborazione con il Centro Orafo,  ha l’obiettivo di rafforzare e incrementare le relazioni d’affari tra le imprese partecipanti alla rassegna, largamente rappresentative della produzione del Mezzogiorno, e gli operatori rappresentanti sia le nuove che le consuete destinazioni della produzione italiana.

La missione si colloca nel programma di internazionalizzazione che il Tarì porta avanti anche con l’esperienza del club e del catalogo export, che coinvolge un numero sempre maggiore di aziende e che è diventato lo strumento di presentazione internazionale del Tarì. La delegazione di operatori esteri verrà ricevuta ufficialmente al Tarì sabato 3 maggio alle 10. Riceverà il benvenuto ufficiale da parte del direttore ufficio coordinamento servizi di promozione dell’Ice Giovanni Sacchi e del presidente del Tarì Gianni Carità. Il Tarì dedicherà all’Ice uno stand e alla delegazione uno spazio di accoglienza, allestito a cura delle 25 aziende partecipanti al catalogo export, dove sarà sempre disponibile un’interprete a supporto delle transazioni commerciali.

Riflettori puntati anche sullo Spazio Design di Il Tarì Design Lab, dedicato a tutte le aziende e i dettaglianti alla ricerca di spunti ed idee creativi per le proprie attività. Vera officina di idee, lo Spazio Design ospiterà per quattro giorni l’intero staff creativo del Tarì: designers, grafici, ghost writers e web designers all’opera in un’unica, stimolante officina creativa “on line”.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *