di


Tarì Mondo Prezioso, al via la missione di incoming per 45 buyer esteri

Il presidente del centro orafo Carità ha accolto gli operatori insieme a Giovanni Sacchi dell’Ice: “Aziende in grado di soddisfare le esigenze di ogni mercato”

La delegazione di 45 buyer organizzata dal Tarì in collaborazione con l'Ice

 “Aziende all’altezza di offrire prodotti diversificati in base alle esigenze dei singoli buyer: è ciò che trovano i 45 buyer in visita a Tarì Mondo Prezioso”: queste le parole di Gianni Carità, presidente del centro orafo di Marcianise, per accogliere la delegazione organizzata da Tarì e agenzia Ice nell’ambito del Piano Export Sud. La rassegna campana, iniziata ieri, fa da scenario alla missione di incoming di operatori esteri provenienti da Giordania, Thailandia, Libano, Germania, Cina, Malaysia, Regno Unito, Usa, Spagna, Francia, Corea del Sud, Israele, Canada e Giappone.

Accolti questa mattina dal presidente Carità e da Giovanni Sacchi, direttore ufficio coordinamento servizi di promozione dell’Ice, i buyer hanno assistito alla presentazione del variegato panorama di prodotti e servizi disponibili al Tarì dove fino al 5 maggio è in corso la rassegna Mondo Prezioso. A seguire, nello stand Ice nel padiglione Smeraldo, hanno iniziato la visita alle aziende.

Gianni Carità durante la presentazione di Tarì Mondo Prezioso ai buyer esteri

La missione di incoming al centro orafo fa parte del Piano export per le Regioni della Convergenza (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia), un programma di attività che punta a favorire l’internazionalizzazione delle PMI e la promozione dell’immagine del prodotto italiano nel mondo.

La missione si colloca, inoltre, nel programma di internazionalizzazione che il Tarì sta portando avanti da diversi anni anche con l’esperienza del club e del catalogo export.“Oltre alle aziende insediate nel Tarì – ha sottolineato Gianni Carità  – in questi giorni di fiera saranno a disposizione anche i designer del Tarì Design Lab: qualunque esigenza potrà essere soddisfatta”.

“Abbiamo operato una selezione di operatori nelle aree geografiche in cui, nel 2013, le aziende italiane hanno raccolto risultati di successo – ha spiegato Giovanni Sacchi (nella foto a destra) -: dall’Estremo Oriente a paesi come Libano e Giordania, oltre ai mercati maturi come quelli europei, gli Usa e il Canada. I buyer avranno il nostro supporto attraverso i trade analyst e quello del team del Tarì, che li accompagnerà in un fitto calendario di appuntamenti mirati in base al tipo di mercato che rappresentano”.

Giovanni Sacchi, direttore ufficio coordinamento servizi di promozione dell’Ice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *