di


Tarì-Fiera di Vicenza, via a un programma coordinato di eventi

I due presidenti Vincenzo Giannotti e Matteo Marzotto si stringono la mano per promuovere il futuro del settore orafo in Italia e all’estero

Vincenzo Giannotti e Matteo Marzotto

Il settore orafo assiste in queste ore a un ulteriore potenziamento del suo comparto fieristico: ieri, durante VicenzaOro September, la sigla dell’accordo tra Fiera di Vicenza e il centro orafo il Tarì di Marcianise (Ce), per migliorare il coordinamento del calendario delle rispettive manifestazioni orafe. I due presidenti, Matteo Marzotto e Vincenzo Giannotti (in foto), hanno dunque suggellato l’intesa che mette insieme le rispettive competenze ed esperienze definendo un programma coordinato di eventi per la promozione delle aziende che operano nel campo della manifattura e della distribuzione orafa, puntando ad accrescere le occasioni di business per il settore di riferimento a livello nazionale ed internazionale.

In cosa consiste, concretamente, l’accordo? Da un lato, il Tarì – che nel 2016 celebrerà i primi 20 anni di attività – promuoverà ad operatori qualificati, nazionali ed internazionali, e ai propri soci le manifestazioni organizzate da Fiera di Vicenza in Italia all’estero, vale a dire VicenzaOro January e VicenzaOro September a Vicenza, VicenzaOro Dubai negli Emirati Arabi, così come la presenza del brand VicenzaOro ai più importanti Trade Show al mondo, quali il JCK di Las Vegas.

Dall’altro lato, Fiera di Vicenza svilupperà un sistema di coordinamento del calendario delle manifestazioni orafe a livello nazionale e internazionale, che include, oltre agli eventi VicenzaOro, anche le tre rassegne che si tengono presso il Tarì. La Società vicentina progetterà soluzioni per la riconoscibilità, da parte della domanda internazionale, dei sistemi produttivi locali italiani nell’ambito dei propri eventi organizzati in Italia e all’estero.

“Quello di oggi rappresenta un accordo importante non solo per la nostra Società, ma anche e soprattutto per il settore orafo-gioielliero italiano – spiega Matteo Marzotto, Presidente di Fiera di Vicenza -. Fiera di Vicenza e Tarì definiscono un’intesa strategica che vuole potenziare uno dei comparti d’eccellenza del Well Done in Italy, riconosciuto in tutto il mondo per la straordinaria qualità delle sue produzioni. Siamo più che convinti che i player fieristici possano contribuire costruttivamente al rilancio dell’economia del nostro Paese facendo sistema in modo integrato tra filiere e territori. Fiera di Vicenza è sempre più un autorevole “Glocal aggregator” al servizio del distretto orafo-gioielliero italiano”.

“Questo accordo è il punto di partenza di un importante progetto di collaborazione – dichiara Vincenzo Giannotti, Presidente del Tarì – che vedrà il Centro Orafo di Marcianise impegnato sempre più per il futuro nello sviluppo di sinergie con il sistema orafo italiano, in particolare con Fiera di Vicenza, con l’obiettivo di valorizzare attraverso il coinvolgimento delle proprie aziende, le competenze, la tradizione, la creatività italiani nel mondo”.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *