di


Tag Heuer sbarca tra gli smartwatch: ecco “Connected”

Presentato ieri il Carrera realizzato con Intel e Google. È l’unico dotato del servizio “connected to the eternity”: dopo due anni può essere sostituito con un modello tradizionale


Era stato annunciato a marzo e ora è realtà: anche TAG Heuer, la manifattura svizzera specializzata nel settore dell’orologeria, ha il suo smartwatch di lusso. È stato presentato ieri “Connected”, realizzato in collaborazione con Google e Intel, nel corso di un maxi evento a New York che ha visto sul palco, oltre ai vertici  Tag Heuer tra cui l’amministratore delegato Jean-Claude Biver, anche il capo di Intel ed il vice presidente del gruppo Engineering Android di Google.

Parte la sfida svizzera alla Apple e agli altri produttori: l’orologio utilizza la tecnologia Android Wear di Google e funziona con tutti i telefoni Android dalla versione 4.3 Jelly Bean e iPhone con iOS 8.2 o versioni successive. Per ora Connected Watch è disponibile in anteprima nelle boutique di TAG Huer negli Stati Uniti e in Canada al prezzo di 1.500 dollari, mentre nel resto del mondo arriverà il mese prossimo.

Il design del TAG Heuer Connected prende spunto dal modello Carrera del 1963. Grande 46,2 millimetri e spesso 12,8 millimetri, è molto leggero perché realizzato interamente in titanio. Utilizza la connessione Bluetooth Le, funziona anche con reti Wi-Fi e ha 4GB di memoria, ma non è dotato di GPS. Quello che distingue Connected Watch dagli altri smartwatch è il servizio “connected to eternity”: dopo due anni, il proprietario dell’orologio può recarsi in un rivenditore TAG Heuer e pagando altri 1.500 dollari può cambiare il suo smartwatch con un orologio meccanico TAG Heuer.

Lo smartwatch dell’azienda svizzera non è tecnicamente “Made in Switzerland”, perché i pezzi elettronici sono prodotti dalla multinazionale californiana Intel, sebbene cassa e fibbia siano progettati e prodotti in Svizzera. Accompagnato da un cinturino in gomma vulcanizzata disponibile in sette colorazioni: nero, bianco, arancione, blu, giallo, rosso e verde. Sarà difficile riconoscerlo da un orologio normale. Il resto della dotazione hardware di Tag Heuer Connected comprende sensori come giroscopio e inclinometro con il supporto a Google Fi per utilizzarlo come fitness tracker, ma anche un motore aptico per il feedback tattile attraverso lo schermo ed un microfono per rispondere alle chiamate.

tag_watch_black

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *