di


Tag Heuer Monza

Quando si dice Monza la prima cosa che viene in mente è il mitico Autodromo Nazionale, costruito in tempi record nel 1922. Il primo giro lo fecero Piero Bordino e Felice Nazzaro il 28 luglio. Meta di milioni di appassionati da tutto il mondo, ha visto nel campo dell’orologeria varie maison svizzere impegnate in sponsorizzazioni, manifestazioni e produzione di orologi dedicati a Monza.

Tra questi un cronografo in tiratura limitata a 1911 esemplari della Tag Heuer marchio noto per l’impegno automobilistico, denominato Monza e dall’aspetto decisamente “retrò”, con un fascino particolare dato dalla cassa in acciaio lucido e satinato e dal design del quadrante recante lo storico logo Heuer e la scritta MONZA.

Questo cronografo bicompax calibro Tag Heuer 36 è dotato di movimento meccanico a carica automatica di derivazione Zenith “el primero” certificato COSC 36,000 alternanze 50 ore di riserva di marcia, con rotore scheletrito, rifinito a Còtes de Gèneve e dotato di ruota a colonna per le funzioni cronografiche.

I pulsanti sono a pompa e la forma della corona ricorda quelle a “palletta”, il quadrante bianco con grandi numeri arabi e sfere luminescenti è protetto da vetro in zaffiro antiriflesso leggermente bombato, il fondo è con vetro zaffiro e chiuso da 4 viti, l’impermeabilità è di 10 ATM.

Cinturino in pelle testa di moro e fibbia deployante con logo e doppio pulsante per una facile apertura. Decisamente un bell’esemplare con doti di robustezza nonostante l’aspetto “datato”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *