di


Suite Birmane: i nuovi gioielli firmati, anzi scritti da Nathalie Jean

Suite Birmane 08. Collier in oro rosé, diamanti e rubini
Suite Birmane 08. Particolare.

Ispirati da un viaggio, per l’esattezza dalle atmosfere uniche del lago Inle, in Birmania, nascono i primi schizzi dell’ultima collezione di Nathalie Jean, vere e proprie forme poetiche.
‘Frasi di gioielleria’, costruite sul filo dell’alfabeto birmano. Ogni frammento concepito come un’insolita partitura musicale, rievoca un capitolo della vita di Buddha. Segni misteriosi, vocali, consonanti, virgole d’oro di cui l’artista trattiene e traspone l’essenziale: geometrie di cerchi, mezzelune, cediglie, crome, parentesi, legate l’una all’altra dalla grazia del minuscolo, da quella ricerca di levità e purezza che costituisce il tratto distintivo della produzione.

“Il demone Mara convince il futuro Buddha a tornare al suo punto di partenza dalla città”…casomai vi foste chiesti cosa c’è scritto nel collier delle foto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *