di


Standard etici in gioielleria, un seminario a Vicenzaoro

L’incontro, in calendario domenica 25 gennaio, è organizzato da Cibjo e da Fiera di Vicenza: relatori gli esperti Greg Valerio e Donald Feaver

oropepite

Fino a qualche tempo fa erano considerati un’alternativa possibile nel settore della gioielleria e delle pietre preziose: oggi gli standard etici sono ritenuti un requisito fondamentale. Del ruolo delle norme e della loro applicazione si discuterà a Vicenzaoro January durante un seminario in calendario domenica 25 gennaio, con la presenza di due dei maggiori esperti del settore.

Intitolato “La responsabilità sociale come nuova realtà: Best practice, strumenti e successo aziendale”, il seminario è organizzato da Cibjo e Fiera di Vicenza, nell’ambito della collaborazione delle due realtà con l’Ecosoc, il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite che si dedica allo sviluppo di programmi educativi che promuovono la responsabilità sociale d’impresa e la sostenibilità nei settori internazionali della gioielleria e delle pietre preziose.

I relatori del seminario sono Greg Valerio, britannico, pioniere di pratiche commerciali del commercio equo e solidale, e fondatore di CRED Jewellery, la prima azienda orafa in Europa dedita alla vendita al dettaglio di gioielli in oro e platino da commercio equo, e co-fondatore di Fair Jewellery Action, che mira a fare di gioielli dalla provenienza etica una scelta morale per consumatori e fornitori. Valerio discuterà delle realtà etiche per gioiellieri e fornitori, per alcune delle iniziative di approvvigionamento responsabile come l’oro Fairtrade e della tracciabilità.

L’altro relatore sarà l’esperto legale Donald Feaver, il Chief Technology Officer di Branded Trust Assurance Systems e direttore della relativa fondazione. La sua società, in collaborazione con la Cibjo e la Gemmological Association of Great Britain, ha sviluppato una serie di corsi on-line e strumenti di gestione della responsabilità sociale tra cui un mercato etico globale. Feaver si soffermerà sulla nuova era della responsabilità sociale, individuando i tipi di imprese che possono cogliere questa opportunità e le nuove generazioni di imprenditori che si muovono verso le best practices.

“Negli ultimi 10 anni, il commercio di gioielli e minerali è stato sempre più sotto esame da parte delle organizzazioni, dei governi e dei movimenti della società civile: il business come era considerato un tempo è ormai solo un ricordo, ha spiegato Valerio. “I nuovi approcci sono più costruttivi – precisa Feaver -, e un focus sul miglioramento del business attraverso la responsabilità sociale ha il potenziale per offrire un maggiore ritorno sugli investimenti“.

Al seminario parteciperanno anche Gaetano Cavalieri, presidente della Cibjo; James Riley, CEO della Gemmological Association of Great Britain; Vivien Johnston, presidente del comitato Jewellery Ethics  nel Regno Unito.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *