di


Speciale Macef / Nell’area Tendenze i trend del prossimo inverno

Al padiglione 20 lo spazio curato da Rita Spaggiari e Tini Bagattini: bijoux ispirati ai mood “Illusioni ottiche” e “Chaos to Couture”

Bijoux, edizione di settembre, riconfermato l’appuntamento con la Trend Area curata da Rita Spaggiari e Tini Bagattini. All’interno del padiglione 20, uno spazio in cui verranno esposti i prodotti degli espositori di Bijoux, raccolti in un percorso espositivo che renderà immediato il riconoscimento delle principali tendenze di stagione e scoprire i migliori prodotti in mostra a Bijoux.

Un percorso che inizia con una sequenza di immagini emozionali, evocative di un mondo sognato, e prosegue con strutture dalla forma astratta, materiche e metalliche, che saranno di supporto ai bijoux divisi secondo le due principali tendenze di stagione così individuate dagli esperti di Macef: “Illusioni ottiche” e “Chaos to Couture”. Centottanta metri quadrati in cui sarà compiuto un vero e proprio percorso tra le emozioni espresse dai bijoux selezionati.

Unger

La prossima stagione fredda si muoverà secondo due grandi trend, con una realtà che parte dal sogno e dal passato per giungere fino al presente. In Illusioni ottiche si fondono così eleganza senza tempo e emozioni in arrivo, attraverso cristalli, vetrificazioni colorate, opalescenze, superfici riflettenti ed effetti traslucidi. Dal bianco all’oro, al rosa pallido e alle sfumature metalliche:  giochi di lucido e opaco con metalli spazzolati, osmosi cromatiche ed effetti marmorizzati. Il movimento è dato da incisioni e sfaccettature ma anche dai giochi di luce delle pietre e delle perle. I colori di questo trend sono eterei, vaporosi, nebbiosi, rarefatti: il bianco della neve, l’azzurro e il verde del ghiaccio, il rosa e i violetti dei cieli boreali. Bagliori metallici ed effetti di ombre seppiate.

Il secondo trend che guiderà il percorso dei visitatori che non vorranno farsi scappare le dritte sulla stagione successiva è Chaos to Couture. Colori intensi e generosi, che giocano fra di loro con contrastanti abbinamenti fra luce e ombre, caldo e freddo, dal rubino al nero. Con queste tinte si adorna una donna romantica e allo stesso tempo combattente, maschile e femminile, razionale e passionale. Lei, nel voler sorprendere, stupire, parlare di allegria, rigore e raffinatezza, ne parlerà come realtà complementari, non in contrasto. I metalli preziosi lasciano spazio al rame, mentre i grafismi diventano protagonisti assoluti. Look minimalisti e raffinati nascono grazie alle geometrie di colore e agli effetti 3D, ottenuti con l’utilizzo di smalti e mix di materiali, in un omaggio alla street art.

Amolinda
Vitti Ferria Contin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *