di


IN Lebole denominazione d’origine controllata per i Millennials

Nasce il nuovo marchio di Lebole Gioielli: due vie riconducibili entrambi per l’utilizzo di materiali alternativi

È più importante la qualità o il design? Entrambi, ma senza comunicarlo non esiste né l’una né l’altro, perché le cose non viste o non dette non si sanno. Lebole Gioielli di ogni suo progetto racconta la genesi, i perché e i come che fanno di un’idea un’idea di successo, e per questo suo portare per mano nel profondo delle storie ha coniato “IN LEBOLE” per identificare il suo secondo brand, facendo della preposizione IN la chiave che apre la porta della sua unicità a nuove fasce di acquirenti. Ma IN è anche filo di memoria tra passato e presente, tra l’azienda di famiglia che negli anni ’60 affidava ad un carosello la sua sartorialità (all’epoca erano gli abiti da uomo e non ancora i gioielli a conquistare il mercato) e la Lebole Gioielli di oggi.

Lo spot recitava “Ho un debole per l’uomo in Lebole” di cui ha colto una parte, piccola ma comprensiva, che con senso pratico è diventata logo.

Due brand per due stili di alta creatività ma lontani nel valore materico, una dissonanza che, seppur gioiello prezioso e gioiello moda da un bel po’ si strizzano l’occhio posizionandosi nelle medesime vetrine, ha spinto l’azienda ad una doppia distribuzione, una sorta di separazione venale che vede Lebole Gioielli – mix di culture distanti, di eleganza e di irripetibilità – in negozi monomarca, punti vendita di importanti store e gioiellerie, e In Lebole – con le collezioni The Circle cariche di ironia, semplicità e freschezza con un’attenzione alle latest fashion trends – prevalentemente nelle bijouterie medio alte, destinato ad un target più giovane, pur sempre elitario ma tentato dall’easy to buy.


Due vie riconducibili entrambi al marchio per l’utilizzo di materiali alternativi: nella prima tessuti originali antichi da tutto il mondo, prevalentemente dei kimono giapponesi, nell’altra le capsule di champagne rielaborate ed istoriate. Un modo di dare altra vita a elementi altrimenti destinati a perdersi.


È anche di IN LEBOLE la caratteristica asimmetria degli orecchini che con The Circle si presta a figure speculari che si sdoppiano o si completano come dettagli di tele famose restituiti con humour, ma anche di tendenza come le texture animalier. Fantasia, dunque, trait d’union anche con le altre, nuove e diversissime realtà che porterà in anteprima ai prossimi appuntamenti fieristici come Homi Milano, dove sarà al Pad 3, stand F1-F13

www.lebolegioielli.it

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA